2020 Mercedes GLS 2020 attraverso le montagne dello Utah | Crossing

In aperta campagna, le cose sembrano molto più piccole. La scala del SUV di fronte a noi sembra naturale nel paesaggio dello Utah, che si espande a perdita d’occhio, con pianure e montagne che toccano il cielo. Lo Utah è un paradiso per gli amanti della natura, dato che le sue 212.000 miglia quadrate ospitano cinque parchi naturali con rocce rosse, catene montuose, canyon e fiumi dove è possibile campeggiare, andare in bicicletta e ciò che siamo qui per fare: godersi la Mercedes GLS 2020 in azione. La GLS è il più grande SUV del marchio e promette tutto il comfort della Classe S con il divertimento di un fuoristrada.

Mercedes GLS

Arriviamo a Salt Lake City, la capitale dello Utah, in una giornata di sole di metà giugno. Il cielo è limpido e il sole splende in alto, ma c’è una brezza fresca che soffia giù dalle montagne. Questa città si trova in una valle fiancheggiata da un grande lago salato a nord-ovest, la Wasatch Range a est e le Oquirrh Mountains a ovest. Mentre viaggiamo in una berlina S-Class dall’aeroporto all’hotel, possiamo vedere sulle sue cime più alte ancora un po’ di neve. Il viaggio dura un’ora ma sembra più breve; non ci vuole molto per abituarsi al lusso e al comfort del top di gamma del marchio tedesco. Attraversiamo Salt Lake City e in una manciata di minuti stiamo attraversando le pianure eterne. La Lincoln Highway taglia la Wasatch Range e noi giriamo verso Wanship, dove si trova il ranch privato che sarà la nostra casa per due giorni incredibili.

Mercedes GLS

Il Lodge at Blue Sky occupa 15 chilometri quadrati nella Wasatch Range. Un torrente attraversa la proprietà di questo lodge; ci sono cavalli e sentieri verso le montagne. Nonostante sia circondato dalla natura, The Lodge è pieno di lussi e dettagli. Le camere hanno tutto il necessario per rilassarsi dopo una lunga giornata di avventure, come una doccia esterna e una terrazza con un pozzo di fuoco automatico che domina l’orizzonte, perfetto per avvolgersi in una coperta di notte mentre si sorseggia un bicchiere di vino e guardando le stelle. L’hotel è il parallelo perfetto per il GLS, perché è pronto a tutto all’esterno ma si sente come a casa all’interno.

La prima volta che incontriamo il SUV da vicino è davanti a un falò con il tramonto alle spalle. Le sue dimensioni assumono finalmente una dimensione e la sua carrozzeria imponente ha un impatto su chiunque si giri a guardarla. Il GLS è il più grande SUV Mercedes, con 5.207 millimetri di lunghezza e 1.957 di larghezza, è in grado di trasportare comodamente sette persone. Il suo motore V8 biturbo con 5,5 cilindri gli dà la potenza per affrontare qualsiasi superficie. La GLS si sente come un puledro selvaggio: forte, potente e nobile allo stesso tempo. Gli interni sono spaziosi, confortevoli e lussuosi, aggiungendo l’emozione di essere al volante, testando le strade rocciose dello Utah.

***

Sul display di comando centrale è un piccolo cerchio con un punteggio. Si legge 35 punti e c’è ancora metà del percorso off-road da fare. Continuiamo su per un sentiero ripido, ogni pietra più grande della precedente. Il tecnico della Mercedes sul sedile del passeggero non sembra preoccuparsi affatto della strada davanti a noi, si fida del software che ha sviluppato per la modalità di guida off-road. Io, invece, ho i palmi sudati alla vista della strada che stiamo affrontando: è scivolosa, pietra rossa e tronchi caduti. Il numero sale di altri due punti mentre avanziamo lentamente mentre lo schermo ci dice che il sistema sta valutando le mie prestazioni come pilota e devo raggiungere 100 punti. Muovo un po’ troppo la ruota e perdo un punto. Road Surface Scan analizza il terreno e il GLS sa immediatamente cosa fare, sia che si tratti di alzare il camion o di ammorbidire e irrigidire la sospensione.

Mercedes GLS

Quella che potrebbe essere una strada terribilmente scomoda diventa una passeggiata nel parco per i passeggeri. Grazie all’E-Active Body Control, il sistema di smorzamento adattivo si assicura che il SUV non si muova troppo e non disturbi il comfort dei passeggeri. Tagliamo il traguardo dell’esperienza e il mio punteggio è 62. Non male per una persona che guida solo in città.

Ci fermiamo per il pranzo alla High West Distillery nella proprietà dell’hotel, poi ci prepariamo a riprendere la strada. Prima di partire, uno dei tecnici mi chiede se ho mai guidato con un rimorchio e mi assicura che il GLS può farlo da solo, che devo solo controllare la velocità. La prendo come una sfida personale e lascio che il GLS faccia il suo dovere. Con l’aiuto del suo software e delle telecamere, il volante si sposta automaticamente e parcheggia il rimorchio, che ha una barca in cima, senza alcun problema.

Mercedes GLS

La GLS non è solo divertente e sicura in montagna, poiché l’esperienza non cambia in autostrada o in città. Abbiamo guidato sulle ampie strade dello Utah per trovare le montagne innevate, sentendo la potenza ad ogni miglio che passavamo. La sicurezza e la tecnologia della GLS semplificano l’esperienza di guida, ma non sminuiscono la sua complessità. Tutto sembra essere facile all’interno della GLS e, quindi, più divertente. La Mercedes-Benz User Experience (MBUX) si manifesta con una brillante grafica 3D, un funzionamento intuitivo del touchscreen e un comando fonico, rivoluzionando l’esperienza di guida per l’intera industria automobilistica.

Mercedes GLS

Dopo aver percorso le strade intorno al Wasatch Range, siamo tornati in hotel per incontrare l’altra star di questo viaggio: la nuovissima GLB 2020. La GLB 2020 è un SUV compatto a sette passeggeri – molto simile alla sorella minore della GLS. Correttamente posizionato tra il GLA e il GLC, questa nuova aggiunta alla famiglia è proprio quello che il mercato stava chiedendo: un SUV compatto con abbastanza spazio disponibile per tutta la famiglia. Sia il GLS che il GLB abbracciano il comfort per cui Mercedes è nota, senza perdere il vantaggio che rende il conducente eccitato. La GLB, che avrà uno stabilimento ad Aguascalientes, ha la stessa scintilla delle sue sorelle.

Mercedes GLS

Il giorno dopo, abbiamo preso la GLS per un ultimo giro, ci siamo fermati in una radura con un lago e abbiamo respirato la fresca e cristallina aria di montagna, preparandoci a tornare al trambusto della città. Lì, nella vastità del deserto dello Utah, il GLS sembra nel suo elemento: luminoso, titanico e libero; e con la sua immensità ispira al pilota la stessa sensazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *