ads (Italiano)


Abstract

Complessi legati all’idrogeno.

L’ambiente a bassa temperatura di un’espansione supersonica è un laboratorio eccellente per studiare il comportamento conformazionale dei complessi con legame a idrogeno. Il nostro gruppo ha osservato per la prima volta legami a idrogeno assiali ed equatoriali in complessi di tetraidropirano, solfuro di pentametilene e solfuro di trimetilene con HCl e HF generati in espansioni adiabatiche in He, Ne o Ar e caratterizzati dalla spettroscopia a microonde con trasformate di Fouier. C’è controversia nel considerare le interazioni C-Hodontium come legami idrogeno o come semplici interazioni di van der Waals. Le interazioni C-H-cdotsO sono state studiate nel dimetil etere dimero generato in espansione supersonica e caratterizzato dalla spettroscopia a microonde. Queste interazioni sono state analizzate nei complessi formati tra alcani sostituiti di trifluorometano e difluorometano con oxirane, caratterizzando l’esistenza di interazioni C-F\cdotsH-C che contribuiscono alla stabilizzazione di questi complessi. Ablazione laser: struttura degli aminoacidi. Gli amminoacidi hanno alti punti di fusione (>200oC) e si presentano nelle fasi condensate come forme dipolari (+H3N-CH(R)-COO-) diverse da quelle neutre delle catene polipeptidiche. Per ottenere la struttura di queste forme neutre è necessario sperimentare in fase gassosa, in un ambiente privo di interazioni come quello di un’espansione supersonica. Per superare il problema della loro bassa pressione di vapore, è stato progettato un nuovo strumento che combina la spettroscopia a microonde a getto supersonico con tecniche di ablazione laser che evitano i metodi di vaporizzazione del riscaldamento che portano alla decomposizione degli aminoacidi. Finora sono stati caratterizzati vari conformatori degli aminoacidi naturali prolina, valina, cis- e trans- idrossiprolina, serina, cisteina, ldots. Con questo stesso dispositivo sperimentale di ablazione laser è stato ugualmente possibile generare cluster metallici come Si3, Se-Te, ldots. Molecole generate da scariche elettriche. Usando diversi precursori (1,1-difluoroetilene, trifluoroacetilene, acetilene, ldots) diversi fluoropolini e fluorometilpolini sono stati per la prima volta generati e caratterizzati dai loro spettri rotazionali nell’espansione adiabatica di uno strumento MBFTMW dotato di un dispositivo di scarico. Solvatazione in fase gassosa. La formazione di complessi di biomolecole con acqua in fase gassosa è di grande importanza per comprendere la natura della solvatazione su scala microscopica. I complessi indolina, glicina, glicina (per ablazione laser), azetidinone, azetidinone, azetidinone, ldots e altri sono stati analizzati in fase gassosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *