Blog de Tomás Cabacas (Italiano)

Chirurgia medievale. Barbieri. I chirurghi

I barbieri erano abili nel loro mestiere e quindi abili nel maneggiare il rasoio e nel radersi e o. Alcuni barbieri eseguivano pratiche che possono essere considerate chirurgia minore come: aprivano ascessi superficiali, eseguivano salassi, fissavano lussazioni, estraevano denti, applicavano ventose e clisteri.

C’erano barbieri sanguisughe, barbieri sanguisughe, barbieri di cerotti, sacamuelas. Barbieri chirurghi itineranti che praticavano litotomie, ernie e trattamenti della cataratta.

Dentista_medievale_storia

Con il tempo i barbieri che praticavano la chirurgia furono denotati barbiere chirurgo e `sottoposti ad organizzazione in corporazioni che furono chiamate Gilde di San Cosma.

C’erano a parte i medici che avevano studi universitari ed erano considerati di categoria superiore.

I barbieri-chirurghi allora più tardi fecero studi universitari di categoria inferiore ai medici, erano soggetti che imparavano più la tecnica che la scienza: facevano salassi, curavano ferite, evacuavano ascessi di pus, fissavano fratture, amputavano gambe. C’erano tre scale nella carriera del chirurgo: mancebo, romanziere e maestro.

Chirurghi barbieri

In Francia l’internista era un medico universitario e aveva una lunga tunica e un berretto quadrato. Il chirurgo aveva una tunica corta. Nel 1268 Jean Pitard fondò la Confraternita dei chirurghi di Saint Cosme, una sorta di Collegio dei chirurghi-chirurghi di Parigi. Un ordine di Filippo IV il Bello del 1311 ordina che nessuno possa esercitare la chirurgia senza essere stato esaminato dai maestri chirurghi di San Cosma.

C’è una guerra tra le facoltà di Medicina e le Confraternite di San Cosma sul rilascio dei titoli e l’autorizzazione a praticare la chirurgia, questa guerra persiste durante tutto il Medioevo e si risolve in tempi successivi.

A Londra la gilda dei chirurghi fu fondata nel 1368.

In Spagna i conflitti con i barbieri, portarono la Confraternita di San Cosma e San Damiano, a chiedere alle Cortes di Navarra nel 1677, di sospendere definitivamente il permesso a tutti i barbieri, per qualsiasi soggetto di chirurgia, sia maggiore che minore, e che solo i chirurghi fossero autorizzati ad usare il bisturi. I tribunali appoggiarono parzialmente le richieste della Confraternita, sicuramente a causa della carenza di chirurghi d’accademia, e obbligarono solo i barbieri a chiedere il permesso ai medici, caso per caso, per poter agire. Tuttavia, anni dopo e di fronte alle ripetute lamentele sulla mancanza di qualità dei chirurghi, le Cortes parteciperanno in modo decisivo alla creazione della Cattedra di Chirurgia dell’Ospedale Generale di Pamplona de la Misericordia

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *