Comprensione della lettura e strategie metacognitive

STRATEGIE METACOGNITIVE NECESSARIE PER UNA CORRETTA COMPRENSIONE DELLA LETTURA.

7a causa delle difficoltà di comprensione della lettura: MANCANZA DI CONTROLLO DEL PROCESSO DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA.

Una delle cause principali delle difficoltà di comprensione della lettura è lo scarso controllo e direzione del processo di lettura effettuato dai lettori, cioè la mancanza di applicazione delle Strategie Metacognitive, prima, durante e dopo la lettura.

La metacognizione è la conoscenza e il controllo della propria attività cognitiva e ha due funzioni:
1- Essere consapevoli dei processi, delle abilità e delle strategie necessarie per svolgere un’attività.
2- Essere in grado di guidare, rivedere, valutare e controllare l’attività cognitiva, cioè di attuare le strategie, i processi e le abilità richieste.

In molte occasioni il problema è che i bambini non conoscono le strategie da applicare nella comprensione della lettura, non sanno quando o come attuarle o non sono consapevoli di non capire le informazioni che stanno leggendo e quindi non cercano strategie che li aiutino a capire queste informazioni.

Tra le strategie metacognitive che sono concepite come fondamentali per la comprensione della lettura ci sono le strategie di guida, di controllo e di autovalutazione.

Per riassumere, proponiamo l’uso di tre regole di base o macroregole per estrarre o riassumere il significato globale di un testo o macrostruttura, proposte da Kintsch e Van Dijk, 1978).

1º Omissione o soppressione di informazioni irrilevanti o secondarie.

Esempio:

“Il martedì pomeriggio, quando mia madre non era ancora arrivata, siamo andati a giocare nel parco vicino a casa nostra. Prima è arrivato Carlos, poi Sara e più tardi tutti gli altri. Quando tutto il gruppo era lì, abbiamo fatto le squadre e abbiamo iniziato a giocare una partita di calcio, ma prima che avessimo segnato il primo gol, ha iniziato a piovere pesantemente e abbiamo dovuto ripararci sotto la colombaia nel parco. Dato che non smetteva di piovere abbiamo deciso di tornare a casa, tutti sono corsi a casa. Siamo arrivati tutti a casa grondanti, così oggi quasi nessuno è venuto in classe perché quasi tutti hanno il raffreddore.”

Si può trasformare in:
” I bambini sono andati a giocare nel parco, ha cominciato a piovere e tutti sono andati a casa. Il giorno dopo non sono andati in classe perché avevano il raffreddore.”

2º Selezione di concetti chiave o informazioni principali.

Esempio:

“Le api sono insetti sociali perché vivono in colonie o gruppi. In ogni alveare vivono api operaie, fuchi e l’ape regina. Le api operaie sono incaricate di trovare e portare il polline all’alveare per fare il miele. Per fare questo, le api hanno un sistema di comunicazione basato sui movimenti, così un’ape che trova il miele, torna all’alveare e attraverso una danza dice alle altre api operaie dove si trova il miele e quanto ce n’è. Per convincerli ad andare, porta loro un po’ del polline che ha trovato, perché se assaggiano la delicatezza, sono tutti incoraggiati a cercarla.”

Diventerebbe:
“Le api vivono in gruppi di api operaie, fuchi e l’ape regina. Le api operaie cercano il polline e fanno il miele. Quando trovano il polline lo dicono ai loro compagni con i movimenti.”

3º Generalizzazione dell’informazione o riassunto, che consiste nell’includere l’informazione di diverse frasi in una sola frase.

Esempio:

“Quando mi hai invitato a casa tua, tua madre mi ha offerto una grande delicatezza. Abbiamo mangiato gamberi alla griglia, vongole in salsa, calamari fritti e trota con prosciutto. Ha anche aperto una delle migliori bottiglie di vino che avevo in casa. Non dimenticherò mai quel ricevimento perché non ero mai stato trattato meglio.”

Diventerebbe:
“Quando sono andato a casa tua ho mangiato frutti di mare e pesce, bevuto vino e sono stato trattato molto bene.”

Implicazioni educative

Insegnare ai bambini le strategie di comprensione esistenti e aiutarli a metterle in pratica.

Per esempio: tornare indietro e rileggere un paragrafo quando ci rendiamo conto di non averne compreso il senso complessivo, scoprire incongruenze o lacune nei testi, rallentare per un passaggio difficile, cercare di scoprire il significato di una particolare parola usando il contesto prima di cercare il significato con mezzi esterni, localizzare le idee principali, fare inferenze, rispondere e fare domande mentre si legge, riassumere informazioni o parafrasare un testo.

È necessario rendere esplicite le operazioni coinvolte nella lettura in modo che gli studenti diventino consapevoli delle richieste di lettura e delle abilità cognitive e metacognitive coinvolte nella sua esecuzione e che possano applicarsi consapevolmente per comprendere un testo, con l’obiettivo che lo studente si impegni per la costruzione attiva del significato.

Per esempio per la formazione sullo schema della storia, Short e Ryan, 1984, hanno proposto che gli insegnanti chiedano agli studenti mentre leggono di porsi le seguenti domande:

– Chi è il personaggio principale?
– Dove e quando si svolge la storia?
– Cosa ha fatto il personaggio principale?
– Come finisce la storia?
– Cosa prova il personaggio principale?

L’obiettivo non era quello di farli rispondere correttamente a queste domande dopo aver finito di leggere, ma di incoraggiarli a mettere in atto questo tipo di strategie mentre leggevano.

Per generalizzare le strategie di lettura, al di là del contesto di formazione, sarebbe necessario combinare nell’intervento educativo procedure di formazione all’autocontrollo con informazioni esplicite e dirette sulle strategie.
Per fare ciò, è necessario includere informazioni, sia procedurali che dichiarative, su ogni strategia che viene utilizzata, cioè Cosa? Come, quando, dove e perché.

Ritorna all’articolo principale sulle cause delle difficoltà nella comprensione della lettura.

Ritorna all’articolo principale sulle cause delle difficoltà nella comprensione della lettura.

Ritorna all’articolo principale sulle cause delle difficoltà nella comprensione della lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *