Cos’è un microtomo e perché ne hai bisogno


Fatto divertente

Il primo microtomo adatto al sezionamento di tessuti animali fu costruito nel 1848, con i popolari microtomi Cambridge Rocker (1885), Minot (1886), e a slitta (1910) prodotti più tardi. La cera di paraffina per l’infiltrazione e il supporto durante il taglio è stata introdotta durante la metà del 1800. Diversi prodotti chimici di laboratorio sono stati studiati per l’uso come fissatori. La formalina, usata oggi, fu usata per la prima volta nel 1893.

microtomo

Nella routine quotidiana di un laboratorio, sostanze e campioni microscopici sono molto comuni. Il più delle volte, è necessario tagliare alcuni campioni in fette di materiale estremamente sottili, note come sezioni. Per preparare un campione e fare questi tipi di tagli, è necessario avere un microtomo, un dispositivo molto essenziale nel campo della microscopia. L’uso della serie microtomo permette la preparazione di campioni per l’osservazione sotto luce trasmessa o radiazione elettronica.

La microtomia è un metodo per la preparazione di sezioni sottili di materiali come ossa, minerali e denti, e un’alternativa all’elettrolucidatura e alla fresatura ionica. Le sezioni del microtomo possono essere rese abbastanza sottili da tagliare un capello umano in tutta la sua larghezza.

Tra le applicazioni del microtomo, c’è la tecnica tradizionale dell’istologia, dove i tessuti vengono induriti sostituendo l’acqua con la paraffina. Inoltre, si può trovare nella sezione congelata, procedura in cui i tessuti ricchi di acqua sono induriti dal congelamento e tagliati allo stato congelato con un microtomo congelatore o un microtomo-criostato. Inoltre, c’è la tecnica della microscopia elettronica. D’altra parte, c’è la tecnica della microtomia botanica, dove materiali duri come il legno, l’osso e il cuoio richiedono un microtomo a slitta. Inoltre, c’è la spettroscopia e la microscopia a fluorescenza.

Prima di acquistare un array di microtomi, dovresti familiarizzare con le sue parti principali. In primo luogo, c’è la piastra di base o palco del microtomo, dove le rotaie fissano la lama. In secondo luogo, c’è la base del supporto della lama. Poi, c’è il portacoltelli. Poi, c’è il morsetto della cassetta o supporto del blocco, che tiene il blocco di paraffina in posizione. Inoltre, c’è il volantino grossolano e infine c’è l’impostazione micron.

Il microtomo rotante è il più comune

E’ usato per tagliare blocchi di paraffina incorporati. Inoltre, può essere usato per sezioni congelate al criostato e in casi con resine incorporate, per esempio, biopsie renali LR tessuto incorporato con resina bianca e midolli incorporati in metil metacrilato (MMA). Il sezionamento è prodotto dal movimento della testa del microtomo che contiene un blocco attraverso la lama.

Il microtomo vibrante utilizza una lama vibrante, che facilita il taglio del campione. Questo microtomo usa meno pressione di quella che sarebbe necessaria con una lama fissa ed è spesso usato per campioni biologici difficili, come i tessuti nervosi, il cervello e il midollo spinale. La stabilità dello strumento riduce le forze meccaniche sul campione di tessuto per garantire la conservazione di cellule vitali di alta qualità.

I microtomi criostatici sono microtomi rotanti che tagliano campioni (criosezione) che sono stati congelati in una camera di azoto liquido. La riduzione della temperatura all’interno di questa camera aumenta la durezza del campione, permettendo la preparazione di sezioni con uno spessore molto specifico. Infine, gli ultra microtomi sono comuni per preparare campioni con sezioni estremamente sottili. Tipicamente, queste sezioni molto sottili sono utilizzate con la microscopia elettronica a trasmissione (TEM), la microscopia elettronica a scansione seriale (SBFSEM) e la microscopia ottica leggera.

Quando si usa un microtomo per tagliare le sezioni, queste sono di spessore uniforme. Si possono ottenere a qualsiasi spessore desiderato (10 o 15 o 20 n, ecc.). Le sezioni non sono oblique. L’intero tessuto può essere conservato in sezioni, il che è particolarmente necessario per studiare lo sviluppo di un organo vegetale. Tuttavia, sezionare i microtomi è un processo lungo e laborioso. Nelle sezioni a mano libera, lo spessore della sezione non può essere regolato; può essere spesso o sottile, così come obliquo. Inoltre, non è possibile ottenere tutto il materiale nelle sezioni, poiché quelle difettose devono essere scartate.

Guarda i nostri microtomi disponibili QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *