Dieta mediterranea; la migliore per il controllo del diabete di tipo 2

Si noti che queste, e non altre, erano le caratteristiche con cui la dieta mediterranea era la “vincitrice” sui suoi concorrenti in questo studio. Tuttavia, non tutti descrivono la dieta mediterranea allo stesso modo; questo è uno dei maggiori problemi del costrutto mediterraneo. Inoltre, alcuni dicono che la dieta mediterranea è in qualche misura una “entelechia”, al punto che la stessa Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) ha detto di essa che “non è sufficientemente ben caratterizzata … e che la dieta mediterranea è definita da modelli alimentari diversi a seconda del paese considerato e che non coincidono necessariamente”.

Qualunque sia il caso, ci sono pochi dubbi sui benefici di certe abitudini alimentari che consistono nell’inclusione di una quantità significativa di alimenti vegetali freschi (verdure) sulle nostre tavole, insieme a un consumo proporzionalmente elevato di legumi e cereali integrali, minimizzando il più possibile la presenza di alimenti trasformati e consumando con moderazione gli alimenti di origine animale. Un modello generale di cui abbiamo già parlato in innumerevoli occasioni in questo blog (esempio 1, esempio 2 ed esempio 3) e che potrebbe essere inteso come mediterraneo nello stesso tempo in cui includiamo l’olio d’oliva come ingrediente indispensabile quando si cucina e si condisce. Qualcosa che, fortunatamente nel nostro ambiente, è particolarmente facile.

Sul campo della critica, mi dispiace che, sebbene la meta-analisi in questione abbia menzionato l’importanza dell’attività fisica nella gestione del diabete di tipo 2, questa necessaria attività fisica non era in alcun modo collegata alla Dieta Mediterranea. E dico così, nell’ambito della critica, perché correttamente intesa, tra le prime definizioni del tema mediterraneo, quelle formulate dai suoi ideologi, la dieta mediterranea era più uno stile di vita che uno stile alimentare in quanto tale. Così intesa, una delle sue caratteristiche principali era proprio questa, il mantenimento di un modello relativamente alto di attività fisica, come si può vedere nel suo germe. Al di là di ciò che si può mangiare o smettere di mangiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *