Dizionario giuridico

Prescrizione penale (Ossorio) Denominazione tecnica che intende non solo differenziarsi dalla prescrizione civile (v.), ma anche raggruppare le due specie criminali: la prescrizione della pena e quella del reato (v.).Prescrizione di azioni (Ossorio) Scadenza dei diritti nella loro efficacia processuale, perché sono trascorsi i termini legali per il loro possibile esercizio. Il concetto si aggiunge a quello di prescrizione estintiva (v.). I termini sono molto diversi secondo le circostanze espresse nella voce PRESCRIZIONE (v.) della matrice e le varie legislazioni, con una tendenza ad abbreviare i termini, per la sicurezza del mondo giuridico.Prescrizione De La Pena (Ossorio) Con la conseguenza fondamentale per l’imputato di estinguere la responsabilità penale, di solito avviene, nelle varie legislazioni, con il passaggio delle decadenze indicate per ogni pena, che sono decrescenti parallelamente alla sua gravità. Così, la pena di morte, dove è in vigore, e la reclusione più lunga, a 20, 25 o 30 anni, da ridurre a qualche mese nei reati più lievi, i misfatti. Il termine di prescrizione decorre dal momento in cui il trasgressore riceve la notifica della sentenza o dal momento in cui rompe la sentenza. Una differenza fondamentale con la prescrizione del reato (v.), quella della punizione richiede che ci sia stata una pena che è stata imposta ad un particolare imputato, da quel momento, e il condannato.Prescrizione Del Delito (Ossorio) Estinzione che si verifica, per il solo passare del tempo, del diritto di perseguire o punire un criminale, quando dalla commissione dell’atto punibile fino al momento in cui si cerca di perseguirlo, è trascorso il periodo di tempo stabilito dalla legge (Diccionario de Derecho Usual). Questo periodo è proporzionale alla gravità del reato e va da pochi mesi per i reati minori a trenta mesi, in alcune legislazioni, per i reati per i quali sono previste le pene più gravi. La prescrizione decorre dal giorno in cui il reato è stato commesso, ma è interrotta non appena il procedimento è diretto contro il trasgressore, e ricorre nuovamente non appena il caso è interrotto o si conclude senza condanna per il successivo imputato che invoca la prescrizione. (V. PRESCRIZIONE DELLA PENA.)Prescrizione Extintiva (Ossorio) Prescrizione liberatoria (v.).Prescrizione Estintiva Modalità di estinzione di un diritto in conseguenza del suo mancato esercizio nel tempo stabilito dalla legge.Prescrizione straordinaria (Ossorio) Quella che il legislatore riconosce, senza giusto titolo e senza buona fede, mediante il decorso di termini più lunghi di quelli fissati per la prescrizione ordinaria (v.) di beni e diritti.

Prescrizione Liberatoria O Extintiva (Ossorio) Eccezione per respingere il dominio e altri diritti reali, che stabilisce i termini, più abbreviati che per la prescrizione straordinaria (v.), per la sua acquisizione mediante possesso o esercizio perseguito con giusto titolo e buona fede.Prescrizione penale (Ossorio) In materia penale, la prescrizione si riferisce a due concetti diversi: a) prescrizione dell’azione, b) prescrizione della pena. La prescrizione consiste nell’impossibilità di poter intentare un’azione dopo che sia trascorso un certo periodo di tempo, contato dalla data in cui il reato è stato commesso. La prescrizione è tanto più lunga quanto più grave è il crimine in questione. (V. PRESCRIZIONE DEL CRIMINE.) Per quanto riguarda la prescrizione della pena, vedi la rispettiva locuzione.Prescrizione Treintañal (Ossorio) L’acquisizione straordinaria del dominio e di altri diritti reali, senza altro requisito che il possesso continuato per 30 anni. Consolidato, quindi, compreso ciò che è stato usurpato e rubato. (V. “PRAESCRIPTIO LONGISSIMI TEMPORIS”.)Prescrivibile (Ossorio) Suscettibile di prescrizione (v.), come ogni cosa nel commercio giuridico.Prescritto (Ossorio) Anche prescritto. Quello guadagnato per prescrizione acquisitiva (v.) o quello perso per prescrizione estintiva (v.). | Ordinato, disposto, comandato.Presenza (Ossorio) Atto di vivere o essere in un luogo, con conoscenza di altri; ha importanza giuridica, poiché l’assenza (v.) con ignoranza del luogo in cui si trova mette in moto un complesso giuridico di protezione e, a tempo debito, di successione. In materia processuale, dall’apparizione alla contumacia (v.), la presenza ha anche effetti rilevanti.Presenziale (Ossorio) Chi è presente, chi vede o sente. (V. PRESENTE TESTIMONE.)Presentazione (Ossorio) Manifestazione o dimostrazione di qualcosa. | Proposta di uno che è eleggibile per un beneficio ecclesiastico (v). | Aspetto. | In America, petizione. | Atto in cui si chiede l’accettazione o il pagamento di una cambiale (v.). | Prima voce in alcuni registri immobiliari pubblici.Presentacion (Cabanellas) Manifestazione di qualcosa. Proposta di un soggetto idoneo ad occupare una dignità ecclesiastica, un beneficio o un impiego. Far conoscere ad un altro il nome e le qualità di una persona che non conosceva o con cui non aveva a che fare prima. Offerta volontaria per uno scopo. Aspetto in un luogo. In America, domanda o petizione. Nell’antico diritto francese, l’atto con cui un procuratore dichiarava alla corte che sarebbe comparso e avrebbe agito per una delle parti. Atto di esigere l’accettazione o il pagamento di una cambiale o di un documento simile.

Presentazione dei documenti (Couture) I. Definizione. L’azione e l’effetto di aggiungere a una causa i documenti scritti necessari per la prova del diritto. II. Esempio. “Di due strumenti contrari presentati dalla stessa parte sullo stesso affare, nessuno di essi farà fede” (CPC., 356). III. Indice. CPC, 355, 356, 360, 365, 367, 374. IV. Etimologia. L’origine della parola presentazione è probabilmente da ricercare in un antico termine religioso latino: praesum, praeesse “essere davanti” o “essere a capo”, riferendosi alla presenza della divinità a capo delle cerimonie religiose, da cui è passato nel linguaggio comune: “essere presente”. Da questo verbo si è formato il participio attivo praesens, -tis “presente”, che a sua volta ha dato, nel basso latino, il verbo causativo praesento, -are “presentare”, propriamente “rendere presente”. Da questo causativo deriva il presente spagnolo, con il suo derivato presentación. Vedi anche: Documento. V. Traduzione. Omissis.Presentazione dei testimoni (Couture) I. Definizione. L’azione e l’effetto di dare al giudice il nome e l’indirizzo dei testimoni che una parte propone al processo, per la comunicazione all’avversario ed eventuale citazione. II. Esempio. “Le parti non possono presentare testimoni con la qualità di essere solo favorevoli alle loro affermazioni o dichiarazioni” (CPC., 394). III. Indice. CPC, 378*, 379, 397, implicitamente; 405, 406, 411. IV. Etimologia. Vedere Testimoni. V. Traduzione. Vedere Testimoni.Presente (Ossorio) Uno che è in vista. | Concorrente ad un atto. | Testimone diretto di qualcosa. | Tempo presente. | Oggetto con cui si fa un regalo. Ai fini prescrittivi, il codice civile argentino considera presente il proprietario che vive nella provincia in cui si trova la proprietà. Per il legislatore spagnolo, quello che è nel paese.Presidencia (Ossorio) Dignità, impiego o ufficio di presidente (v.), così come l’azione di presiedere. | Si chiama anche presidenza il posto occupato dal presidente quando presiede una riunione, o il posto in una stanza che gli viene assegnato a tale scopo. | Inoltre, l’ufficio in cui esercita le sue funzioni e l’edificio o i locali in cui ha la sua dimora.Presidencia De La Nacion (Ossorio) Chiamato anche presidente della repubblica. È la carica di presidente, che in alcuni regimi repubblicani ha una funzione rappresentativa e moderatrice tra il governo e il parlamento, mentre in altri il presidente è il capo del ramo esecutivo. (V. PARLAMENTARE, PRESIDENZA, PRESIDENZIALISMO.)

Presidenzialismo (Ossorio) Sistema politico repubblicano in cui il presidente è il titolare del potere esecutivo.Presidenzialista (Ossorio) Riferito al presidenzialismo (v.) o sostenitore di tale sistema nei regimi repubblicani. (V. REPUBBLICA PRESIDENZIALE.)Presidente (Ossorio) La persona che presiede un consiglio, una corte, un consiglio, una società, una ditta, un’assemblea o una corporazione; cioè la persona che in essi occupa il primo posto e dirige l’istituzione alla quale la presidenza (v.) si riferisce. Nelle repubbliche di tipo parlamentare, la persona democraticamente eletta per rappresentare la nazione e agire come potere moderatore è chiamata presidente, e nelle repubbliche presidenzialiste, il presidente della nazione è il detentore del potere esecutivo.Presidente (Cabanellas) Capo, responsabile, principale di una riunione, assemblea o entità. Uno che dirige i dibattiti o le deliberazioni di una riunione o di un parlamento. Capo di stato nei regimi repubblicani e anche in alcune dittature senza corona. Tra i romani, il giudice-governatore di una provincia. In alcuni ordini religiosi, il sostituto del prelato. DELLA REPUBBLICA. Il capo di stato in un regime repubblicano. Impropriamente, il dittatore senza rango monarchico, ma che esercita il comando assoluto in un paese. DEL CONSIGLIO. Nelle repubbliche parlamentari o nelle monarchie costituzionali, il capo del governo, chiamato anche primo ministro.Presidente De Facto (Ossorio) Colui che esercita la guida dello stato in un governo di quella classe. (V. DE FACTO, GOVERNO, COPPIA DI STATI.)Presidente De La Nacion (Ossorio) Uno che esercita la presidenza della nazione (v.).Presidente (del Tribunale) (Couture) I. Definizione. Un ministro membro della Corte Suprema e delle Corti d’Appello che, secondo il sistema di rotazione annuale, è nominato per presiedere i dibattiti e rappresentare ufficialmente la corporazione. II. Esempio. “Durante il processo pubblico, il Presidente del Tribunale dirige l’udienza e mantiene il buon ordine” (CPC., 698). III. Indice. CPC, 640, 698. IV. Etimologia. Dal latino praesidens, -tis “presiedere”, participio attivo del verbo praesideo, -ere “presiedere”, propriamente “essere seduto per primo, davanti”, composto da prae “davanti” e sedeo, -ere “essere seduto”. Vedi anche: Tribunale. V. Traduzione. Francese, Président; Italiano, Presidente; Portoghese, Presidente; Inglese, President; Tedesco, Prãsident, Vorsitzender.Presidentiario (Ossorio) Un condannato per un crimine, mentre sconta la sua pena in un presidio (v.) o altro stabilimento carcerario.

Presidio (Cabanellas) Con un significato quasi esclusivamente arcaico, il presidio militare che sorveglia e difende piazze, castelli o fortezze. Stabilimento penitenziario dove si scontano pene per crimini ordinari o militari. Un gruppo di detenuti. Nome dato a diverse sentenze gravi di privazione della libertà. Figurativamente, aiutare, soccorrere (v. Condena, Prisión celular y preventiva.)Presidio (Ossorio) L’Accademia ricorda che, con espressione arcaica, si chiamava così la guarnigione di soldati nelle piazze, castelli e fortezze per la loro custodia e difesa, così come la città o la fortezza che può essere presidiata di soldati. | Il termine è attualmente inteso come uno stabilimento penitenziario dove i condannati per reati gravi scontano la loro pena. | Inoltre, il gruppo di detenuti nello stesso posto. | Legalmente, rappresenta la punizione della privazione della libertà per certi crimini, con diversi gradi di rigore e di tempo. Alcuni codici, come quello argentino, non contengono nella determinazione delle pene quelle della reclusione, riferendosi solo al carcere e alla reclusione (v.).Presidio Mayor (Ossorio) Per il codice penale spagnolo, pena grave, privazione della libertà, da 6 anni e un giorno a 12 anni.Presidio Menor (Ossorio) Pena di privazione della libertà, da 6 mesi e 1 giorno a 6 anni, nel codice penale spagnolo.Presidio (Ossorio) Organo di regime sovietico, eletto dal Soviet Supremo, che svolge le funzioni di capo di stato collegiale e di vice del Soviet Supremo durante la sospensione delle sue attività.Preso (Cabanellas) Una persona detenuta per sospetto criminale, a causa della custodia cautelare (v.) che è stata emessa contro di lui o gubernatoriamente. Uno che sta scontando in un istituto penitenziario una pena detentiva imposta con sentenza definitiva.Preso (Ossorio) Persona arrestata per sospetto e nei confronti della quale è stata disposta la custodia cautelare (v.), che la obbliga a rimanere in uno stabilimento carcerario. La situazione è revocabile fino all’udienza del processo. | Condannato a una pena detentiva da scontare in un carcere.Prestacion (Cabanellas) Azione o effetto di prestito; prestito, prestito. Oggetto o contenuto degli obblighi, che consiste nel dare, fare o non fare qualcosa. Servizio o cosa che l’autorità richiede. Lavoro o compito da svolgere a beneficio della comunità. (v. Una prestazione personale.) Censo, canone, foro, tributo, entrata o altro onere annuale o di diversa periodicità, dovuto a un signore, al proprietario di una cosa o a un ente. ant. Locazione. DI CIBO. Obbligo imposto dalla legge a certi parenti di una o più persone, ai quali devono fornire quanto necessario per la sussistenza, l’alloggio e il vestiario, oltre a quanto necessario per l’assistenza medica e farmaceutica, secondo le condizioni della persona che lo riceve e i mezzi della persona che lo deve. PERSONALE. Imposta personale, di carattere comunale o locale, che obbliga i residenti a lavorare un certo numero di giorni all’anno nei lavori pubblici del luogo o, in un altro caso, a pagare un numero uguale di salari.

Prestacion (Ossorio) L’oggetto o il contenuto di un dovere legale (J. C. Smith). Equivalente a dare, fare o non fare. | Inoltre, la cosa o il servizio che una parte contraente dà o promette ad un’altra. Il servizio obbligatorio richiesto dalla legge per l’esecuzione di opere o servizi di utilità comune si chiama servizio personale.Performance (Couture) I. Definizione. L’azione e l’effetto di rendere; indicato l’oggetto di un obbligo, l’azione o l’omissione dovuta. II. Esempio. “In seconda istanza, la rivendicazione non può essere modificata; ma può essere rivendicata…. altre prestazioni accessorie successive a quella definitiva in prima istanza” (CPC., 728). III. Indice. CPC, 728, 1299. IV. Etimologia. Dal latino praestatio, -nis “azione di prestito”, nomen actionis dal verbo praesto, -are “mettere a disposizione” o “prestare”, di origine sconosciuta. V. Traduzione. Francese, Prestation; italiano, Prestazione; portoghese, Prestação; inglese, (Thing or activity due), contract consideration; tedesco, Leistung.Prestacion Personal (Ossorio) Un contributo di fatto, a titolo di lavoro forzato, anche se occasionale, per eseguire un’opera o un servizio di bene generale. È una pratica conosciuta fin dai tempi antichi, quando ricevette i nomi di azofra e hacendera (v.). Non lontano ci sono anche la carica consiliare e i servizi di consigliera di un tempo e la funzione pubblica contemporanea (v.).Prestado (Cabanellas) Ciò che è o è stato oggetto di un prestito. ant. Empréstito.Prestador (Ossorio) Colui che presta. | Prestatore.Prestamista (Cabanellas) Uno che presta denaro. Più strettamente, uno che lo fa chiedendo interessi usurari. In Cile, il mutuatario o colui che riceve qualcosa in prestito; questo significato dovrebbe essere evitato perché è fuorviante.Prestamista (Ossorio) Colui che dà denaro in prestito, con la percezione dell’interesse concordato. | In senso peggiorativo, usuraio.Prestamo (Ossorio) Un contratto reale che offre due modalità. Nel primo, una parte consegna all’altra una quantità di cose che quest’ultima è autorizzata a consumare, essendo obbligata a restituire, al momento convenuto, una quantità uguale di cose dello stesso genere e qualità. Si chiama anche mutuo o prestito al consumo. Nel secondo, una delle parti consegna all’altra una cosa non fungibile, mobile o immobile, per usarla e restituirla entro il termine stabilito. Si chiama anche cauzione gratuita o prestito d’uso. Il mutuo può essere gratuito o oneroso per il depositario, mentre il deposito gratuito è sempre gratuito.Prestamo (Cabanellas) Empréstito. Prestamera. Contratto con il quale una persona consegna ad un’altra una cosa di sua proprietà affinché la usi e restituisca la stessa o un’altra uguale, senza spese o pagando interessi. Nel commercio marittimo, un contratto con il quale una persona presta ad un’altra una certa somma di denaro su oggetti esposti ai rischi marittimi, con la condizione che se questi oggetti periscono, il datore perde la somma prestata, e se gli oggetti raggiungono un porto sicuro, la somma gli viene restituita con un premio concordato. DI UTILIZZO. Quello che riguarda una cosa che può essere usata senza spenderla o consumarla (come un’automobile o una macchina da scrivere), che permette al mutuatario di restituire lo stesso oggetto alla fine del periodo fissato nel prestito, o in qualsiasi momento in cui il prestatore lo reclami, se non è stato indicato. MERCANTILE. Un prestito è considerato mercantile (v.) se una delle parti contraenti è un commerciante, o se le cose prestate sono destinate ad atti di commercio. SOLITO. Quella in cui si fissa un tasso d’interesse molto più alto del tasso normale e, inoltre, sproporzionato ai possibili rischi sofferti dal prestatore o ai profitti ottenuti dal mutuatario.Prestito Un contratto con cui una persona fornisce ad un’altra una certa quantità di denaro che quest’ultima deve restituire.Prestamo A La Gruesa (Ossorio) Nel diritto marittimo, un contratto con il quale una persona presta ad un’altra una certa somma di denaro su oggetti esposti ai rischi marittimi, con la condizione che, se gli oggetti periscono, il datore perde la somma prestata e, se gli oggetti sono sicuri, il prenditore restituisce la somma con un premio stabilito.Prestamo Con Garantía (Ossorio) Ciò che il creditore garantisce con un’obbligazione, pegno o ipoteca (v.).Prestamo Con Interes (Ossorio) Quello di denaro con maturazione di una percentuale mensile o annuale.Prestamo De Consumo (Ossorio) Dalla possibilità del mutuatario di consumare ciò che ha prestato, che lo obbliga a ripagare un altro tanto dello stesso genere e importo, nome dato anche al mutuo (v.).Prestamo De Uso (Ossorio) Per la circostanza che si presta qualcosa che deve essere restituito appunto, senza equivalenza o scambio, nome dato anche alla cauzione gratuita (v.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *