Encefalite (Italiano)


Che cos’è l’encefalite?

L’encefalite è un’infiammazione (gonfiore e irritazione) del cervello. Nella maggior parte dei casi, questa infiammazione è causata da un virus.

L’encefalite è anche chiamata “encefalite virale acuta” o “encefalite asettica”

Chi può sviluppare l’encefalite?

L’encefalite è una malattia molto rara. La maggior parte dei casi si verifica nei bambini, negli anziani e in altre persone con un sistema immunitario indebolito (a causa di HIV/AIDS, cancro, ecc.).

I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) riportano diverse migliaia di casi di encefalite ogni anno negli Stati Uniti. Molti esperti di salute credono che ci siano molti più casi che non vengono riportati perché i sintomi variano e possono essere lievi.

Quali sono i segni e i sintomi dell’encefalite?

I sintomi tipici dei casi lievi di encefalite includono solitamente i seguenti:

  • febbre
  • mal di testa
  • mancanza di appetito
  • mancanza di energia
  • malessere generale

I casi gravi di encefalite possono causare i seguenti sintomi:

  • febbre alta
  • forte mal di testa
  • nausea e vomito
  • rigidità del collo
  • confusione
  • cambiamenti di personalità
  • convulsioni
  • problemi parlare o sentire
  • allucinazioni
  • perdita di memoria
  • sonnolenza
  • coma

Poiché l’encefalite può seguire o accompagnare comuni malattie virali, I segni e i sintomi caratteristici di queste malattie possono apparire prima dell’encefalite stessa. La maggior parte delle volte, tuttavia, l’encefalite appare senza preavviso.

Cause di encefalite

Tre gruppi di virus sono le cause più comuni di encefalite:

  1. Virus dell’herpes, come il virus della varicella, il virus di Epstein-Barr (che causa la mononucleosi), e il virus dell’herpes simplex (che causa le piaghe fredde o le vesciche della febbre).
  2. Virus e altri germi portati dagli insetti, come il virus del Nilo occidentale (trasmesso da punture di zanzare) e i germi che causano la malattia di Lyme e la febbre maculata delle Montagne Rocciose (trasmessi da punture di zecche).
  3. Virus che hanno causato malattie che una volta erano comuni nell’infanzia, come morbillo, parotite e rosolia. Grazie ai vaccini, oggi è raro che le persone sviluppino un’encefalite a causa di queste malattie.

Meno comunemente, l’encefalite può essere causata da:

    • un’infezione batterica, come la meningite batterica
    • una complicazione di altre malattie infettive, come la sifilide
    • alcuni parassiti, come quelli che trasmettono la toxoplasmosi (presente nelle feci dei gatti infetti) in persone con un sistema immunitario indebolito

    L’encefalite è contagiosa?

    L’infiammazione cerebrale in sé non è contagiosa. Ma tutti i virus che possono causare l’encefalite sono contagiosi. Naturalmente, solo perché una persona prende un certo virus non significa che svilupperà l’encefalite.

    Come viene diagnosticata l’encefalite?

    I medici usano diversi test per diagnosticare l’encefalite, compresi i seguenti:

    • Test di immagine, come una tomografia computerizzata (CT) o una risonanza magnetica (MRI), per vedere se il cervello è gonfio, sanguina o ha altri problemi.
    • Un elettroencefalogramma (EEG), che registra i segnali elettrici del cervello, per rilevare la presenza di onde cerebrali anormali
    • Un esame del sangue per rilevare possibili batteri o virus nel sangue del paziente. Gli esami del sangue dicono anche se il corpo sta producendo anticorpi (proteine specifiche per combattere le infezioni) in risposta a un germe.
    • Una puntura lombare, dove il liquido cerebrospinale (il liquido che circonda il cervello e il midollo spinale) viene raccolto per verificare la presenza di segni di infezione

    Come si cura l’encefalite?

    La maggior parte delle persone che hanno l’encefalite devono essere curate in un ospedale, di solito in un’unità di terapia intensiva (ICU). In ospedale, i medici monitoreranno attentamente la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e la respirazione del paziente, così come i suoi fluidi corporei, per evitare che il cervello si gonfi ulteriormente.

    Medicine

    • I farmaci antivirali possono trattare alcune forme di encefalite, come quelle causate dal virus herpes simplex.
    • I corticosteroidi possono essere usati per ridurre il gonfiore del cervello.
    • Se il paziente ha convulsioni, possono essere somministrati anticonvulsivi.
    • I farmaci da banco, come l’acetaminofene, possono aiutare a trattare la febbre e il mal di testa.
    • Gli antibiotici non sono efficaci contro i virus, quindi non sono usati per trattare la maggior parte delle forme di encefalite.

    Molte persone che hanno l’encefalite guariscono completamente. In alcuni casi, l’infiammazione del cervello può causare problemi duraturi, come difficoltà di apprendimento, problemi di linguaggio, perdita di memoria o mancanza di controllo muscolare. In questi casi, può essere necessaria una terapia logopedica, fisica e/o occupazionale.

    Quanto dura l’encefalite?

    Nella maggior parte dei casi di encefalite, la fase acuta della malattia (quando i sintomi sono più gravi) dura solitamente al massimo una settimana. Il tempo di recupero completo è di solito più lungo, spesso diverse settimane o mesi.

    È possibile prevenire l’encefalite?

    Il modo migliore per prevenire l’encefalite è evitare di prendere infezioni da virus o altri germi che possono causare l’encefalite. Lavarsi spesso le mani limita la diffusione di alcuni di questi germi. Rimanere il più possibile in salute mangiando una dieta equilibrata e riposando molto può aiutare a mantenere il sistema immunitario in buona forma. Sottoporsi a tutte le vaccinazioni è anche un modo importante per proteggersi da malattie come la varicella e il morbillo.

    In aree dove gli insetti possono portare virus e altri germi, proteggetevi indossando maniche lunghe e pantaloni lunghi, oltre ad applicare un repellente per insetti. Cerca anche di evitare attività all’aperto all’alba o al tramonto, quando le zanzare sono più attive e pungenti.

    Quando dovrei chiamare il mio medico?

    Chiama immediatamente un medico se hai uno dei seguenti sintomi:

    • forte mal di testa
    • convulsioni
    • rigidità del collo
    • incapacità di guardare in piena luce
    • visione doppia
    • difficoltà a camminare
    • problemi a parlare o sentire
    • difficoltà a muovere un braccio o una gamba
    • perdita di sensibilità in qualsiasi parte del corpo
    • improvvisi cambiamenti di personalità
    • problemi legati alla memoria
    • sonnolenza estrema
    • perdita di coscienza (o svenimento)
    Recensito da: Marcella A. Escoto, DO
    Data di revisione: gennaio 2019

    .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *