Festival del Giorno della Croce a Granada – Altari tradizionali e croci di maggio

bailaoras che ballano il dia de la cruz in plaza del carmen

celebrando dia de la cruz de granada

Un buon modo per conoscere Granada e la sua storia è fare un tour. Ci sono diversi tour interessanti:

  • Visita guidata gratuita di Granada: Free Tour of Granada.
  • Visita notturna di Granada: Free Night Tour of Granada.
  • Visita guidata gratuita dei dintorni dell’Alhambra: Free Tour of the Alhambra Surroundings.
  • Visita guidata gratuita dell’Alhambra: Free Tour of the Surroundings of the Alhambra.
  • Visita guidata che include i Palazzi Nazari e i Giardini dell’Alhambra: Visita guidata dell’Alhambra.

Il 3 maggio, una delle feste più popolari in Andalusia ha luogo a Granada: il Giorno della Croce.
patios dia de la cruz de granada Per questo giorno le strade, le piazze, i cortili e persino le vetrine dei negozi della città vengono decorate e riempite di meravigliosi altari in onore della Santa Croce.

Origini della festa

Questa festa, che attira ogni anno migliaia di visitatori da tutta la Spagna, ha origini pagane e cristiane.
Sembra che le prime celebrazioni a Granada del Giorno della Croce come lo conosciamo oggi, risalgono al XVII secolo.
Nell’anno 1625 nel quartiere di San Lázaro si fece una croce di alabastro e tutti gli abitanti festeggiarono cantando e ballando vicino ad essa.
decorazione con scialli di manila delle terrazze dei patii Più tardi, la tradizione fu continuata nei quartieri più tipici, come l’Albayzín e il Realejo, e i bambini iniziarono a costruire piccoli altari decorati con scialli di Manila, ceramica e oggetti di rame.
Al giorno d’oggi si conservano ancora molte di queste tradizioni, tra cui quella di mettere da qualche parte sull’altare un “pero” (così si chiamano le mele d’oro a Granada) con un paio di forbici infilate dentro, affinché nessun “peros&quot alla croce.
Quindi si avverte che non si deve criticare la decorazione della croce.

Concorso di croci

persone che festeggiano il dia de la cruz nei bar di granada Il giorno della croce a Granada è comune trovare bambini e adulti vestiti con costumi di flamenco che si godono le croci, tradizionalmente fatte con garofani, in tutta la città.
Le associazioni di quartiere, le confraternite, le scuole, persino il municipio organizzano la propria croce e fanno a gara per catturare tutti gli occhi.
Anche se competono per i premi distribuiti dal Comune per promuovere la tradizione.
Nel concorso comunale di Granada competono in croci molto diverse che sono inquadrate in quattro categorie: strade e piazze, vetrine, scuole e cortili.
Persone vestite di flamenco nel Campo del Principe Le croci dell’Albaicín, come quella di Plaza Larga, della Casa de los Pisas o quella dell’Associazione di Quartiere di Calle Zafra, hanno vinto il primo premio in diverse occasioni.
Dovete anche visitare il Realejo, specialmente la Corrala de Santiago, ripetutamente primo premio nella categoria dei cortili.
Passeggiate per il centro e godetevi l’atmosfera nella Plaza del Carmen o nella Plaza Bib-Rambla e nella Plaza de las Pasiegas, dove ci saranno anche spettacoli musicali durante il pomeriggio e la sera, dato che la mattina del Giorno della Croce è un giorno lavorativo e c’è la scuola.
cruces sin pero en granada Il 3 maggio i premi vengono assegnati in una bella cerimonia in cui viene letto il proclama ufficiale. L’atmosfera di questo giorno è impareggiabile, anche se non è stato sempre così.

Gli alti e bassi del festival

Nel corso della storia il festival ha subito vari alti e bassi, con la sua quasi scomparsa dopo il divieto di chiedere soldi per le croci nel 1883.
Grazie al fatto che la tradizione rimase nella sfera privata per molti anni, cominciò a riemergere dal 1924 con l’annuncio, per la prima volta, di un concorso d’altare da parte del Consiglio Comunale, e fu definitivamente reintegrato nel calendario della città come un grande giorno dal 1964.
le ragazze che ballano in Plaza del Carmen Come la storia si ripete, ancora una volta la festa è andata in declino qualche anno fa, quando il Giorno della Croce è diventato un’occasione per celebrare i macrobotelloni.
A causa di questo, il Comune di Granada ha vietato l’installazione di bar e musica in tutte le croci.
Tuttavia, la festa è stata riportata in vita e si può rivivere questa celebrazione come è iniziata quasi 400 anni fa: cantando e ballando intorno alla croce.

visita guidata di Alhambra

Pagina Aggiornata: 20 giugno 2020

Seguiteci sui nostri social network

follow granada direct on instaramfollow. granada direct su twittersegui granada direct su facebook


Se trovi queste informazioni utili, condividilo

condividi granada direct su twittercondividi granada direct su facebookcondividi granada direttamente su linked in

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *