Il Barcellona attiva il “piano di seduzione” per Lionel Messi: top signings, una nuova posizione al club e una mano libera dopo la Coppa del Mondo in Qatar

Barcellona cerca di sedurre Lionel Messi (REUTERS/Gonzalo Fuentes)
Barcellona cerca di sedurre Lionel Messi (REUTERS/Gonzalo Fuentes)

Nonostante abbia appena vinto le elezioni presidenziali una manciata di giorni fa, il tempo scorre per Joan Laporta. Nelle sue prime ore in carica, il nuovo capo del Barcellona cercherà di chiudere una questione che ha tutti i tifosi del Barcellona in sospeso: la continuità di Lionel Messi.

L’argentino, pubblicamente in disaccordo con Josep Maria Bartomeu, ha minacciato di lasciare l’istituzione a metà dello scorso anno e ha lasciato la porta aperta per lasciare l’entità Culé a giugno, quando il suo attuale contratto scade. Alla ricerca di firmare il ’10′ sono niente più e niente meno che Manchester City e Paris Saint Germain, squadre che hanno un alto potere economico.

Con questo scenario sollevato, come riportato dal Mundo Deportivo, Laporta già attivato il “piano di seduzione”. Come sa che l’offerta di stipendio che può offrire l’argentino è inferiore a quello che metterà sul tavolo l’inglese e francese, il manager cercherà di convincerlo con altre questioni.

Una è la promessa di mettere insieme una squadra davvero competitiva, che è stato implorato il Pulga per diversi mercati di passaggio nelle poche volte ha parlato con la stampa negli ultimi tempi.

Erling Haaland, obiettivo principale del Barcellona (REUTERS/Leon Kuegeler)
Erling Haaland, l’obiettivo principale del Barcellona (REUTERS/Leon Kuegeler)

Nonostante gli inconvenienti economici che il Barcellona sta attraversando, il club punterà tutto sull’arrivo di Erling Haaland. Il 20enne norvegese è l’uomo di punta del Borussia Dortmund e vanta numeri davvero sorprendenti: da quando ha iniziato la sua carriera professionistica con il Bryne F.K – poi è stato con Molde e RB Salzburg – ha giocato 141 partite, segnando 96 gol e 24 assist. Ha anche segnato 20 gol in appena 14 presenze in Champions League.

Gli altri due acquisti di grande nome sono giocatori di fama internazionale che dovrebbero arrivare su trasferimenti gratuiti. David Alaba, pluricampione con il Bayern Monaco, e Sergio Aguero, capocannoniere di tutti i tempi del Manchester City e amico intimo di Messi.

La dirigenza blaugrana cercherà di sfruttare a proprio vantaggio il buon livello mostrato da diversi giovani della rosa, come Pedri, Ansu Fati e Frenkie De Jong, che verrebbe potenziato con l’arrivo di queste tre brillanti reclute. Hanno anche il buon legame che ha creato Leo e allenatore Ronald Koeman.

Un altro dei punti in cui i suddetti media spagnoli si concentrano è che il legame, a priori, sarebbe durato fino alla Coppa del mondo in Qatar, lasciando la porta aperta per l’argentino di lasciare per gli Stati Uniti se lo desidera (avrebbe 35 anni). “Non è escluso che il club di Barcellona recupera il vecchio progetto di una franchigia”, ha avvertito il giornale catalano, avvertendo di un possibile sbarco nella MLS.

Ronald Koeman ha formato un buon legame con Lionel Messi
Ronald Koeman ha formato un buon legame con Lionel Messi

Inoltre, gli verrà offerta la possibilità di rimanere legato a vita al Barcellona, ricoprendo il ruolo di ambasciatore.

Solo il tempo dirà se tutte queste manovre saranno sufficienti al Barcellona per trattenere il giocatore più decisivo della sua storia.

Segui la lettura:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *