Importanza della valutazione dello stato metabolico dei pazienti psichiatrici

Introduzione e obiettivi
Mentre la somministrazione di antipsicotici ha un effetto terapeutico favorevole nei pazienti che presentano sintomi psicotici, il loro uso è associato a effetti metabolici avversi e aumento di peso. Questo problema è aumentato dall’avvento degli antipsicotici atipici, specialmente la clozapina e l’olanzapina.

L’aumento di peso ha conseguenze negative significative per la salute, tra cui obesità centrale, resistenza all’insulina, diabete di tipo 2, dislipidemia e ipertensione. Queste alterazioni aumentano significativamente il rischio di malattie cardiovascolari e, in ultima analisi, influiscono sulla qualità della vita e sull’aspettativa di vita. Finora, non ci sono informazioni definitive sui meccanismi che generano l’aumento di peso e l’influenza del metabolismo del glucosio dopo la somministrazione di antipsicotici, anche se la partecipazione di diversi ormoni è riconosciuta.
Il presente studio è stato condotto in una popolazione di pazienti non diabetici trattati con antipsicotici e in un gruppo di controllo di individui sani. Lo scopo era quello di studiare le concentrazioni plasmatiche a digiuno e postprandiali di insulina, glucagone, polipeptide insulinotropo glucosio-dipendente (GIP), peptide glucagone-simile tipo 1 (GLP1), grelina, leptina, adiponectina e proteina C-reattiva (CRP).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *