in associazione con

(Ad Age) – È ufficiale: Interpublic Group ha nominato Philippe Krakowsky per succedere a Michael Roth. Il cambiamento avverrà il 1° gennaio 2021. Roth diventerà presidente esecutivo del consiglio di amministrazione a partire da quel momento.

Krakowsky, un veterano di 19 anni di IPG, è vicepresidente esecutivo e COO della holding, nonché presidente di IPG Mediabrands, un posto da cui supervisiona Acxiom, Carmichael Lynch, Deutsch, Hill Holliday, Huge, Kinesso, Matterkind e R/GA.

Tra le sue posizioni in IPG, Krakowsky ha supervisionato le funzioni di comunicazione, sviluppo del business, strategia e talento. La promozione di Krakowsky, 58 anni, era attesa da tempo e, nell’annunciare la notizia, Roth ha definito Krakowsky “proprio il CEO giusto per la prossima era di IPG”. È un brillante stratega e leader esecutivo che ha giocato un ruolo chiave nello sviluppo del nostro modello di architettura aperta, così come nella modernizzazione dei nostri servizi di dati, del marketing e delle soluzioni multimediali.”

“Apprezzo la fiducia che sia Michael che il consiglio di amministrazione hanno riposto in me”, ha detto Krakowsky ricevendo la notizia. “Con le nostre persone, i nostri marchi d’agenzia, le nostre aziende tecnologiche e la nostra cultura, siamo posizionati in modo unico per aiutare i clienti a risolvere le loro sfide di business più difficili. Non vedo l’ora di lavorare con le nostre 50.000 persone in tutto il gruppo Interpublic e con i nostri clienti in tutto il mondo in questo momento unico, in cui i cambiamenti nei media e nel comportamento dei consumatori stanno accelerando a una velocità incredibile.”

E io non vedo l’ora di lavorare con le nostre 50.000 persone in tutto il gruppo Interpublic e con i nostri clienti in tutto il mondo in questo momento unico, in cui i cambiamenti nei media e nel comportamento dei consumatori stanno accelerando a una velocità incredibile.

Roth, che è stato nominato CEO nel 2005, ha il merito di aver raddrizzato la rotta finanziaria dell’azienda. “In ognuno degli ultimi cinque anni, il tasso di crescita di Interpublic Group ha superato la media del settore”, ha detto l’azienda in un comunicato.

Questa dinamica è evidente quando si guardano i guadagni della società, che sono stati anche divulgati alla riunione. L’utile netto del terzo trimestre è sceso del 5,2% su base annua a 1,95 miliardi di dollari, e l’utile netto organico è diminuito del 3,7%, un fatto attribuito alla pandemia.

Roth ha detto che “alla luce di questo contesto difficile, siamo orgogliosi dei nostri risultati nel trimestre e del lavoro che la nostra gente sta facendo in queste circostanze straordinarie. Questo livello di performance dimostra quanto efficacemente le nostre aziende e la nostra gente si siano adattate a questa situazione generale.”

Roth ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *