La Matrina: Un “demone” per il mondo BIO o semplicemente un prodotto molto poco conosciuto…

Francisco Seva Rivadulla / Giornalista agroalimentare

Il mondo BIO o biologico è sempre strettamente legato alla ben nota analisi dei materiali attivi, e soprattutto, con un prodotto come la “Matrina” c’è molta incertezza e confusione legislativa, perché mentre non è autorizzato nell’Unione Europea, in alcuni paesi come il Perù, tra l’altro uno dei maggiori esportatori di prodotti agroalimentari in Europa, è autorizzato dalla sua legislazione.

Per saperne di più su questo materiale attivo, è importante sottolineare che la matrina è un alcaloide che si trova naturalmente nelle piante della famiglia Sophora (un genere di circa 45 specie di piccoli alberi e arbusti della famiglia delle leguminose Fabaceae). Questa sostanza è usata, tra l’altro, come ingrediente farmaceutico attivo. Grazie alle sue proprietà insetticide, la Matrina è spesso utilizzata per la gestione dei parassiti, soprattutto nel settore biologico.

Attualmente, non esiste una registrazione di questo principio attivo come pesticida nell’Unione Europea e, a questo proposito, la situazione legale per la valutazione della Matrina rimane da chiarire.

Tenendo presente che la sostanza attiva non è attualmente registrata come pesticida nell’UE, l’applicazione del valore di cattura di 0,01 mg/kg secondo l’articolo 18 (paragrafo 1 lettera “B” del regolamento CE 396/2005), è discutibile.

In una sezione separata, la valutazione legale della sostanza attiva in agricoltura biologica solleva diverse questioni. Per esempio, l’uso di estratti di piante, come fertilizzanti fogliari o fortificanti per le piante, è in linea di principio consentito nell’agricoltura biologica. Anche in questo contesto, deve essere definitivamente chiarita la questione se questa sostanza è registrata come pesticida e quindi se è (o non è) legalmente considerata come un prodotto fitosanitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *