–> La musica pop chiude il ciclo ‘Metro Vibra’ dopo sei mesi di spettacoli nelle stazioni

Lo spettacolo di questo artista madrileno ha avuto luogo nella stazione di Nuevos Ministerios in due fasce orarie: alle 12:00 di mezzogiorno e alle 21:00. Come parte di ‘Metro Vibra’, i passeggeri della metropolitana hanno potuto godere durante questi mesi nelle diverse stazioni delle esibizioni del gruppo di flamenco Duo Sonata, del soprano Estíbaliz Martyn, del gruppo rock Psychedelic Lemon, del violoncello e chitarra di Marisa Gómez e del violoncellista e compositore Gaspar Cassadó, del duo madrileno Damy Soul, e dei suoni latini e rumba di Lex.

L’iniziativa è stata solo una delle oltre 50 attività organizzate fino ad oggi con cui Metro ha cercato di coinvolgere tutti i madrileni e farli partecipare attivamente alle sue celebrazioni. Nei prossimi mesi, l’azienda continuerà a celebrare i suoi cento anni di storia con nuove mostre ed eventi, come il forum delle aziende centenarie, che riunirà diverse aziende che esistono da più di cento anni per condividere le loro esperienze ed evoluzioni nel tempo.

10 mesi di celebrazioni

Le celebrazioni del Centenario hanno preso il via con l’inaugurazione della mostra permanente dei treni classici a Chamartín alla presenza di Felipe VI il 17 ottobre 2018. Durante questi mesi, più di 28.000 persone hanno avuto l’opportunità di scoprire alcuni dei modelli più emblematici che hanno corso sulla rete metropolitana di Madrid. Un totale di dodici carrozze che fanno un viaggio attraverso le principali pietre miliari dell’azienda in termini di materiale rotabile, dalle sue origini agli anni ’60. Questa straordinaria esposizione di gioielli ferroviari completamente restaurati è completata da un centinaio di elementi storici della metropolitana, da pezzi trovati nelle stazioni e nei treni fino agli armadi dei dipendenti.

Negli ultimi mesi sono state allestite altre mostre, come la “Linea del Centenario”, una mostra permanente nelle stazioni lungo il percorso originale da Cuatro Caminos a Sol, sulla linea 1, che offre un viaggio nella storia della metropolitana attraverso grandi fotografie installate nelle hall, nelle piattaforme e nei corridoi. Inoltre, un treno rivestito in vinile come quelli originali corre permanentemente lungo la linea.

D’altra parte, la stazione Aeropuerto T1 – T2 – T3 è stata lo scenario di una mostra di 35 grandi foto installate sulle piattaforme e nella lobby, completata da un’altra al Terminal 2 dell’aeroporto Adolfo Suarez Madrid-Barajas, che comprendeva 20 immagini storiche (due per decennio). La stazione di Chamartín ha ospitato anche “Ritratti di periferia”, una serie di fotografie di personaggi noti del mondo della cultura, della comunicazione e dello sport, come Fernando León de Aranoa, Joaquín Sabina e il calciatore Koke, che hanno reso un particolare omaggio a Metro de Madrid nell’anno in cui si celebra il suo Centenario.

Metro con il teatro

L’impegno con il mondo della cultura in Metro è una costante delle celebrazioni del Centenario. Così, la metropolitana di Madrid e la Fondazione Festival Internazionale del Teatro Classico di Almagro hanno unito le forze durante la prima metà del 2019. Oltre alla diffusione su Internet di tre video situati nelle stazioni della metropolitana in occasione della celebrazione della Giornata della Poesia (21 marzo), la presentazione dei concorsi alternativi Almagro Off (rivolto ai nuovi registi) e Barroco Infantil (rivolto al pubblico familiare) ha avuto luogo anche a maggio, sullo sfondo della mostra di treni classici alla stazione della metropolitana di Chamartín. Inoltre, ‘CronoTeatro’, il concorso di teatro breve nella metropolitana di Madrid, ha tenuto la sua sesta edizione in aprile con il centenario della metropolitana come tema centrale.

La tematizzazione di diverse stazioni della metropolitana è stata un’altra delle azioni realizzate durante questi mesi di festa. Così, la stazione di Plaza de España è stata vinificata con il testo completo di ‘El ingenioso hidalgo Don Quijote de la Mancha’, di Miguel de Cervantes, mentre la stazione di Latina è stata tematizzata con foto storiche e contemporanee di El Rastro, l’emblematico mercato all’aperto che si tiene nella capitale ogni domenica dal 1740. D’altra parte, è stato deciso di decorare le piattaforme e i corridoi della stazione Rubén Darío, sulla linea 5, con grandi vinili contenenti una serie di illustrazioni di Antonio Mingote, per commemorare il centenario della sua nascita. Inoltre, la stazione di Portazgo è stata decorata con riferimenti al Rayo Vallecano e al San Silvestre Vallecano.

Oltre alle iniziative culturali, Metro ha preso in considerazione anche il mondo dello sport nelle sue celebrazioni del Centenario. Infatti, a febbraio si è tenuta una gara storica alla quale hanno partecipato più di 2.000 corridori. Il percorso ha coperto un totale di 5 chilometri e ha riprodotto in superficie il tratto che la prima linea della metropolitana percorse alle sue origini, quando fu inaugurata nel 1919.

Una delle intenzioni della Metro nel celebrare il suo centenario è quella di coinvolgere tutti i madrileni, compresi i bambini. A tal fine, ha organizzato un concorso di disegno per bambini intitolato “Cos’è la metropolitana per te? In esso, più di 200 scolari tra i 6 e i 12 anni, provenienti da scuole pubbliche, statali e private della regione, hanno espresso la loro visione della metropolitana di Madrid. In seguito, una mostra delle opere dei finalisti e dei vincitori è stata organizzata nella vecchia sala del Pacífico.

Campagne di solidarietà

“100 giorni di solidarietà” è la campagna con cui l’azienda sta mobilitando clienti e dipendenti e si unisce a loro per sostenere attivamente diverse cause sociali. Ha preso il via a novembre 2018, in coincidenza con le celebrazioni del centenario della rete metropolitana, e sta permettendo di promuovere progetti lanciati da una vasta gamma di entità che rappresentano diverse cause sociali come: inclusione sociale e rispetto della diversità; salute e sostegno a gruppi vulnerabili o a rischio di esclusione sociale, come minori, persone con disabilità, anziani, donne e giovani. Infatti, in meno di otto mesi, la sfida dei “100 giorni di solidarietà” è già stata superata, così che l’azienda ha dedicato quasi 150 giorni alla realizzazione di azioni di carattere sociale.

Metro de Madrid, nel suo impegno per la cura dell’ambiente, ha anche organizzato attività come la piantagione di 100 nuovi alberi nei locali della Metro con l’obiettivo di tenere sotto controllo la vegetazione e contribuire a mantenere un equilibrio nei livelli di ossigeno, anidride carbonica e umidità nell’atmosfera, migliorando la qualità dell’aria, grazie alla manutenzione delle aree paesaggistiche e boschive dei depositi della società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *