Le donne nella storia

I matrimoni di convenienza furono per secoli qualcosa di assolutamente normale nel cuore delle case reali europee. Re, regine, principi e principesse, erano uniti in matrimoni in cui erano legate le famiglie, non le persone, né ovviamente i sentimenti. Alcuni di quei grandi personaggi hanno accettato sottomessi il loro destino o hanno saputo fingere di accettarlo mentre si godevano una doppia vita. Ma questi amori segreti non sono sempre rimasti impuniti. Margherita di Borgogna era una di quelle donne che era destinata ad essere regina ma che decise di seguire il suo cuore e la sua volontà nonostante le conseguenze. Le conseguenze per lei sono state terribili.
La moglie del delfino
Margarita di Borgogna è nata nel 1290 nel cuore della dinastia reale francese. Era la figlia di Roberto II di Borgogna e Agnese di Francia, che era la figlia del re Luigi IX. Nata in una tale culla, non è sorprendente che Marguerite fosse destinata a finire i suoi giorni al fianco di uno degli uomini più importanti di Francia. E così fu. Il 23 settembre 1305, la giovane principessa sposò Luigi, figlio maggiore del re francese Filippo IV, detto il Bello.
La regina imprigionata
Sembra che Marguerite e sua cugina Bianca di Navarra abbiano trascorso i primi anni del matrimonio della futura regina organizzando feste e avendo relazioni extraconiugali. L’inganno poté essere mantenuto fino a quando Elisabetta, cognata di Margherita e regina d’Inghilterra, vide con stupore in una visita alla sua famiglia in Francia, come un regalo fatto alla moglie di suo fratello lo indossava senza la minima remora un paggio del palazzo.

Il disastro colpì allora Marguerite, che fu imprigionata insieme alle sue cugine Blanche e Jeanne, quest’ultima accusata di complicità.
Dopo essere stati maltrattati e diffamati pubblicamente, furono imprigionati a vita nel castello di Gaillard.
Mentre Jeanne fu graziata e riacquistò la libertà, sua sorella finì i suoi giorni rinchiusa. Il destino di Margherita, secondo gli storici e i cronisti, fu l’assassinio nell’estate del 1315 ordinato dal marito che voleva risposarsi. Altre fonti affermano che visse qualche anno in più.
Comunque sia, il destino di Margherita non era quello di sedere sul trono di Francia e Navarra. La sua ribellione e la sua decisione di non rispettare le regole stabilite che annullavano ogni accenno di volontà personale la portarono ad avere un’esistenza breve e infelice.

Se volete leggere di lei

La dinastia maledetta, Isabel Pisano
Genere: Romanzo storico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *