LinkFang (Italiano)

La forza magnetomotrice (MMF, rappresentata dal simbolo F) è quella capace di produrre un flusso magnetico tra due punti di un circuito magnetico. È una delle variabili utilizzate per descrivere un campo magnetico.

La forza magnetomotrice può essere compresa analogamente alla tensione elettrica della legge di Ohm. Questo è espresso nella legge di Hopkinson.

Index

  • 1 Legge di Hopkinson
  • 2 Forza magnetomotrice in un solenoide
  • 3 Vedi anche
  • 4 Riferimenti

La legge di Hopkinson

Il potenziale magnetico, o forza magnetomotrice, è la fonte che produce flusso magnetico in un circuito magnetico.

La forza magnetomotrice di un circuito magnetico può essere espressa in termini di flusso magnetico Φ e di riluttanza magnetica Rm

({displaystyle F=R_{m} \Phi })

Questa equazione può essere intesa come un’analogia alla legge di Ohm ( V = R I ). Il flusso magnetico è direttamente proporzionale alla Forza magnetomotrice che lo genera e inversamente proporzionale alla riluttanza del circuito magnetico che dipende dalla lunghezza del circuito, dalla sezione trasversale del circuito e dalla permeabilità magnetica del materiale di cui è fatto. Le variabili magnetiche si comportano come i loro analoghi elettrici nella legge di Ohm.

Il flusso magnetico segue le linee di flusso dove incontra la minore riluttanza. Questo è il motivo per cui le linee di flusso sono all’interno del corpo ad alta permeabilità, poiché questo offre una riluttanza molto più bassa dell’aria. Tuttavia il corpo ad alta permeabilità ha ancora una certa riluttanza che è l’equivalente della resistenza in questa analogia di Hopkinson. Il flusso magnetico sarebbe l’equivalente della corrente elettrica.

Di solito nei circuiti elettrici semplici (come nella figura) la forza magnetomotrice è generata utilizzando un solenoide. Si tratta di un filo isolato avvolto a forma di elica.

Forza magnetica in un solenoide

Nel caso di un lungo solenoide con un certo numero di giri, l’espressione può essere semplificata. In questo caso è espresso dalla seguente equazione.

({displaystyle F=Normalized!

dove:

N: numero di giri della bobina I: intensità di corrente in ampere (A)

L’unità di misura del MMF è l’ampere-giro che è rappresentato da Av.

La relazione tra la forza magnetomotrice e il flusso magnetico che genera è chiamata riluttanza ed è determinata dall’espressione:

({displaystyle F=Phi \cdot R_{m},\!

dove:

Φ: Flusso magnetico in weber. \(displaystyle R_{m}}: riluttanza del circuito in weber diviso ampere-giro.

Vedi anche

  • Forza elettromotrice
  • Elettrodinamica
  • Forza controelettromotrice
  • Induzione magnetica
  • Campo magnetico
  • Flusso magnetico
  • Elettrostatica

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *