Mastite (Italiano)


Panoramica

La mastite è un’infiammazione nel tessuto del seno che a volte comporta un’infezione. L’infiammazione causa dolore, gonfiore, calore e rossore nei seni. Puoi anche avere febbre e brividi.

La mastite colpisce comunemente le donne che allattano (mastite associata all’allattamento). Ma può verificarsi in donne e uomini che non allattano al seno.

La mastite associata all’allattamento può farvi sentire come se non aveste più latte, rendendo difficile la cura del vostro bambino. A volte la mastite può indurre una madre a svezzare il suo bambino prima di quanto desiderato. Ma continuare ad allattare, anche se si prendono antibiotici per trattare la mastite, è la cosa migliore per te e per il bambino.

La mastite, che colpisce soprattutto le donne che allattano, causa arrossamento, gonfiore e dolore in uno o entrambi i seni.

Sintomi

Segni e sintomi della mastite possono comparire improvvisamente. Possono essere alcuni dei seguenti:

    • Tenerezza del seno o sensazione di calore al tatto
    • Gonfiore del seno
    • Inspessimento del tessuto mammario o un nodulo nel seno
    • Dolore o sensazione di bruciore continuamente o durante l’allattamento
    • Rossore della pelle, spesso a forma di cuneo
    • Sentirsi generalmente male
    • Febbre di 101 °F (38.3 °C) o superiore

    Quando consultare un medico

    Consulta il tuo medico se hai sintomi al seno che ti preoccupano.

    Cause

    Il latte che si intasa nel seno è la causa principale della mastite. Altre cause sono le seguenti:

    • Un condotto del latte bloccato. Se il seno non si svuota completamente ad ogni poppata, uno dei dotti del latte può bloccarsi. Il blocco provoca la risalita del latte, portando a un’infezione del seno.
    • I batteri che entrano nel seno. I batteri della superficie della pelle e della bocca del bambino possono entrare nei condotti del latte attraverso una crepa nella pelle del capezzolo o un’apertura nel condotto del latte. Il latte stagnante in un seno che non si svuota diventa un terreno fertile per i batteri.

    Fattori di rischio

    I fattori di rischio per la mastite sono i seguenti:

      • Precedente episodio di mastite durante l’allattamento
      • Capezzoli doloranti o screpolati, anche se la mastite può manifestarsi senza lesioni cutanee
      • Uso di un reggiseno stretto o pressione esercitata sul seno da indossare una cintura di sicurezza o borsa pesante che può limitare il flusso di latte
      • Tecnica inadeguata di allattamento
      • Eccessiva fatica o stress
      • Povera alimentazione
      • Fumo

      Complicazioni

      Una mastite che non è trattata correttamente o che è causata da un dotto bloccato può portare a una raccolta di pus (ascesso) nel seno. Un ascesso di solito richiede un drenaggio chirurgico.

      Per evitare questa complicazione, parla con il tuo fornitore di assistenza sanitaria non appena sviluppi segni o sintomi di mastite.

      Prevenzione

      Per iniziare al meglio il tuo rapporto di allattamento al seno con il tuo bambino, e per evitare complicazioni come la mastite, considera una consultazione con un consulente di allattamento. Una consulente per l’allattamento al seno può offrirti suggerimenti e consigli preziosi sulle tecniche di allattamento corrette.

      Minimizza le possibilità di mastite seguendo questi consigli:

      • Scarica completamente il latte dai tuoi seni durante l’allattamento.
      • Lascia che il tuo bambino svuoti completamente un seno prima di passare all’altro seno durante la poppata.
      • Cambiare la posizione di allattamento tra le poppate.
      • Assicurarsi che il bambino si attacchi correttamente durante l’allattamento.
      • Se fumi, chiedi al tuo medico di smettere.

    Diagnosi

    Il medico farà un esame fisico completo e ti chiederà dei tuoi segni e sintomi. Una coltura del latte materno aiuterà il tuo medico a determinare l’antibiotico migliore per te, specialmente se hai una grave infezione.

    Il cancro al seno infiammatorio, un raro tipo di cancro al seno, può anche causare un’infiammazione che può essere scambiata per mastite all’inizio. Il medico può raccomandare una mammografia, un’ecografia o entrambe. Se i segni e i sintomi persistono anche dopo aver completato un ciclo di antibiotici, potrebbe essere necessaria una biopsia per escludere il cancro al seno.

    Trattamento

    Il trattamento della mastite può comprendere quanto segue:

      • Antibiotici. Se hai un’infezione, di solito è necessario un ciclo di 10 giorni di antibiotici. È importante prendere tutti i farmaci per ridurre al minimo la possibilità di recidive. Se la mastite non va via dopo aver preso gli antibiotici, segui il tuo medico.
      • Assorbenti del dolore. Il medico può raccomandare di prendere un antidolorifico da banco, come l’acetaminofene (Tylenol, altri) o l’ibuprofene (Advil, Motrin IB, altri).

      È sicuro continuare ad allattare se hai la mastite. Infatti, l’allattamento al seno aiuta ad eliminare l’infezione. I segni e i sintomi possono peggiorare se smetti improvvisamente di allattare il tuo bambino.

      Il tuo medico può indirizzarti a uno specialista dell’allattamento per aiuto e supporto continuo. I suggerimenti per adattare le tecniche di allattamento al seno possono includere i seguenti:

      • Evitare il sovraccarico prolungato dei seni con il latte prima di allattare.
      • Cercare di assicurarsi che il bambino si attacchi correttamente, il che può essere difficile quando i seni sono ingrossati. Spremere a mano una piccola quantità di latte prima dell’allattamento può aiutare.
      • Massaggiare i seni durante l’allattamento o il pompaggio, dalla zona interessata verso il capezzolo.
      • Assicurarsi che i seni siano completamente svuotati durante l’allattamento. Se hai difficoltà a svuotare una parte del seno, applica del calore caldo e umido al seno prima di allattare o spremere il latte.
      • Allatta prima dal lato interessato, quando il bambino ha più fame e succhia più forte.
      • Varia le posizioni di allattamento.

      Stile di vita e rimedi casalinghi

      Misure per alleviare il disagio:

        • Evitare che il seno sia troppo pieno di latte per un tempo prolungato prima dell’allattamento
        • Applicare impacchi freddi o impacchi di ghiaccio al seno dopo l’allattamento
        • Applicare impacchi freddi o impacchi di ghiaccio al seno dopo l’allattamento
        • .

        • Indossa un reggiseno che fornisca un buon supporto
        • Riposa il più a lungo possibile

        Preparazione prima del tuo appuntamento

        Potresti essere indirizzata ad un ostetrico o ginecologo. Per problemi legati all’allattamento, potresti essere indirizzato ad un consulente per l’allattamento.

        Cosa puoi fare

        • Scrivi tutti i sintomi che hai, compresi quelli che possono non sembrare collegati al motivo della visita.
        • Fai una lista di tutti i farmaci, vitamine e integratori che prendi.
        • Elenca le tue informazioni mediche principali, incluse altre condizioni mediche.
        • Elenca importanti informazioni personali, inclusi eventuali cambiamenti recenti o situazioni stressanti nella tua vita.
        • Elenca le domande da porre al tuo medico.

        Domande da porre al tuo medico

        • La mastite andrà via da sola o ho bisogno di un trattamento?
        • Cosa posso fare a casa per alleviare i sintomi
        • Come può la condizione influenzare il mio bambino
        • Se continuo ad allattare, il farmaco prescritto è sicuro per il mio bambino
        • Per quanto tempo dovrò prendere il farmaco
        • Quali sono le possibilità che l’infezione torni? Come posso minimizzare i rischi di recidiva?

      In aggiunta alle domande che hai preparato per il tuo medico, sentiti libero di fare altre domande che ti vengono in mente durante la tua visita.

      Cosa aspettarsi dal tuo medico

      Il tuo medico ti farà probabilmente una serie di domande. Essere preparato a rispondere ti permetterà di riservare del tempo per esaminare i punti su cui vuoi soffermarti. Ti possono essere poste le seguenti domande:

      • Da quanto tempo stai sperimentando questi segni e sintomi? Li hai in uno o in entrambi i seni?
      • Quanto è grave il tuo dolore?
      • Qual è la tua tecnica di allattamento?
      • Hai già avuto la mastite?
  • Hai mai avuto la mastite prima?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *