Página/12 :: rosario

Per il consigliere Alberto Cortés il progetto di urbanizzazione conosciuto come Maui Complex, situato sul lungomare tra il viale Oroño e Francia, “è un attacco all’ambiente”. Oltre ad essere un consigliere del Partito Socialista Autentico Proyecto Sur, è un dottore in Fisica e uno specialista in energie rinnovabili e risparmio energetico, motivo per cui si è fermato ad analizzare il modo in cui saranno riscaldati i 652 appartamenti del complesso immobiliare di alta gamma. Cortés ha criticato che “saranno alimentati esclusivamente da elettricità senza ricorrere al gas naturale.”

La generazione di calore (stufe, forni, cucine e riscaldatori) negli appartamenti sarà fatta con dispositivi elettrici e non a gas. Cortes sostiene di essere trattato un progetto di sua paternità che prevede il completamento di uno studio di impatto ambientale prima della presentazione di progetti inombiliarios di questa portata e ha riposato a lungo nel Palacio Vasallo.

A questo proposito ha spiegato che “la produzione di energia elettrica in Argentina è in realtà fatto, in una percentuale elevata, bruciando quello stesso gas naturale nella centrale termoelettrica che genera elettricità che viene poi trasformata di nuovo in calore in una stufa elettrica o altri apparecchi”.

Tuttavia “la quantità di gas consumata è triplicata se il gas viene bruciato nella centrale elettrica rispetto alla situazione in cui il fluido gassoso viene portato in casa producendo lì la combustione, per ottenere lo stesso rendimento. Vale a dire che stiamo irrazionalmente sprecando questa risorsa non rinnovabile utilizzando inutilmente l’elettricità per produrre calore”, ha denunciato il consigliere del socialismo autentico.

Ha aggiunto che “la città di Rosario ha anche reti di gas quasi completamente complete, quindi questo tipo di spreco sontuoso di risorse che dovrebbero essere utilizzate a beneficio di tutta la società non è giustificato.”

Per Cortes, “ogni produzione di energia e ogni spesa inutile di energia genera anche inevitabilmente inquinamento. In particolare, azioni come queste comportano un inutile aumento della produzione di gas serra, in un momento in cui tutte le persone di buona volontà nel mondo stanno cercando di limitare tali emissioni”.

“Possiamo dire, senza esagerare, che tali progetti sono un attacco all’ambiente, una battuta d’arresto nella lotta dell’uomo per riconciliarsi con la natura e che tali imprese dovrebbero essere direttamente vietate”, ha detto il sindaco.

Si deve ricordare che il consigliere Cortes, ha da tempo presentato un progetto di ordinanza per tutti gli accordi urbanistici e gli edifici più importanti hanno un preventivo studio di impatto ambientale. Ieri il consigliere ha lamentato che “questo progetto non è ancora stato approvato, ma se realizzato impedirebbe un’ulteriore azione contro la conservazione del nostro ambiente naturale.”

La preoccupazione di Cortes è sorta dopo che è emerso che il complesso residenziale di alto livello, che è costruito a metri dai silos Davis, consumerà 13 volte più luce del comune di Ibarlucea e quasi lo stesso di San Lorenzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *