Possesso


Diritto spagnoloModifica

Il codice civile spagnolo distingue due tipi di possesso:

  1. Detenzione naturale: il possesso di una cosa o il godimento di un diritto da parte di una persona.
  2. Detenzione civile: il possesso di una cosa o il godimento di un diritto da parte di una persona unita all’intenzione di fare la cosa o il diritto come propri. Da solo è considerato titolo sufficiente per acquisire la proprietà o altro diritto reale per usucapione.

Il possesso civile a sua volta si divide in:

    • Possesso in concetto di proprietario: quello esercitato dal proprietario della cosa o da uno che ha motivo sufficiente per credersi proprietario.
    • Possesso in concetto diverso dal proprietario: quello esercitato da un non proprietario. Si divide in:
      • Possesso in nome proprio: la cosa è posseduta per uso proprio senza esserne il proprietario.
      • Possesso per conto terzi: è il cosiddetto server di possesso. È colui che ha il possesso della cosa per l’uso di un altro.

    Diritto cilenoModifica

    Secondo l’articolo 700 del Codice Civile del Cile, il possesso è “il possesso di una certa cosa con lo spirito di signore o proprietario, sia che il proprietario o colui che è dato per tale abbia la cosa da sé, o da un’altra persona che la ha in luogo e per conto di lui.”

    D’altra parte, il secondo paragrafo di questo stesso articolo afferma che “il possessore è ritenuto proprietario, mentre un’altra persona non giustifica di esserlo.”

    Il possesso può essere raggruppato in utile e inutile.

    • Il possesso utile è quello che permette di acquisire il dominio per prescrizione acquisitiva. Questa specie si suddivide in possesso regolare e irregolare.
    • Il possesso utile o vizioso è quello che non porta all’acquisizione del dominio per prescrizione. Tali sono, il possesso violento e quello clandestino.

    Di conseguenza, possiamo distinguere il possesso:

      • Regolare è quello che proviene da un titolo giusto ed è stato acquisito in buona fede; inoltre, se il titolo è traslaticio di dominio, è necessaria la tradizione.
      • Irregolare è quello che manca di uno o più dei requisiti del possesso regolare.
      • Violento è quello che si acquisisce con la forza, che può essere attuale o imminente.
      • Clandestino è quello che si esercita nascondendolo a chi ha il diritto di opporsi.

      Il trattamento della tutela giuridica del possesso è regolato negli articoli da 549 a 564 del Titolo IV del Codice di Procedura Civile in vigore (DELLE INTERDICI).

      Diritto argentinoModifica

      Secondo l’articolo 2351 del Codice Civile argentino si ha possesso quando qualsiasi persona da sé o da un altro ha la cosa in suo potere con l’intenzione di sottoporla all’esercizio di un diritto di proprietà.

      D’altra parte, l’articolo 2352 afferma: “Colui che ha effettivamente una cosa, ma riconoscendo in un altro la proprietà, è semplice detentore della cosa e rappresentante del possesso del proprietario, anche se l’occupazione della cosa poggia su un diritto.”

      In questi due articoli si sottolinea come si esercita il possesso e la differenza che ha con la locazione.

      Legge messicana

      Secondo l’articolo 791 del Codice Civile Federale del Messico, “quando in virtù di un atto giuridico il proprietario consegna ad un altro una cosa, concedendogli il diritto di conservarla temporaneamente in suo potere come usufruttuario, locatario, pegno, depositario o altro titolo simile, entrambi sono possessori della cosa. Chi lo possiede in qualità di proprietario ha un possesso originario; l’altro, un possesso derivato”.

      L’articolo 793 stabilisce anche che “quando si dimostra che una persona ha il possesso di una cosa in virtù della situazione di dipendenza in cui si trova rispetto al proprietario di quella cosa, e che la conserva a beneficio di quest’ultimo in conformità agli ordini e alle istruzioni che ha ricevuto da lui, non è considerata come un possessore.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *