Presentazione

Negli ultimi anni si è sviluppato un ampio corpo di prove sull’influenza che le emozioni e la loro gestione hanno sulla salute generale. Infatti, il benessere mentale è incluso nella definizione di salute dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, si riferisce a uno stato in cui le persone sono consapevoli delle proprie capacità, affrontano le normali pressioni della vita, sono in grado di lavorare in modo produttivo e fruttuoso e contribuiscono alla loro comunità.

La salute mentale è strettamente legata alla salute generale, i collegamenti tra salute fisica e mentale sono bidirezionali. Una cattiva salute fisica ha un impatto negativo sulla salute mentale, allo stesso modo in cui il benessere emotivo protegge la salute fisica e migliora i risultati di salute e i tassi di recupero, in particolare nelle malattie coronariche, ictus e diabete.

Negli ultimi anni, le organizzazioni internazionali competenti, come le Nazioni Unite, hanno assunto la sfida di affrontare le malattie croniche come un elemento chiave del nostro secolo, e la loro prevenzione è un elemento chiave. Lo stress psichico è riconosciuto come un fattore di rischio modificabile coinvolto nella morbilità e mortalità da cancro, malattie cardiovascolari e neuropatie croniche.

Il dottor Hans Selye, nel 1956 è stato un pioniere nello studio dell’influenza dello stress sulla salute e ha dimostrato che l’ansia ricorrente ha un impatto negativo sulla salute e il suo recupero. Ora sappiamo che lo stress influenza lo stile di vita che si adotta, poiché da un lato incoraggia comportamenti di dipendenza come il fumo e il consumo di alcol e dall’altro rende più difficile per chi è già consumatore abbandonare queste abitudini. In generale, lo stress è associato a uno stile di vita peggiore, influenzando negativamente la pratica dell’attività fisica e le abitudini alimentari.

Il MSSSI, data questa realtà, lavora da tempo su questi temi. In questo senso, ha sviluppato, nell’ambito del Piano di Qualità, la Strategia di Salute Mentale del SSN che include, all’interno dell’obiettivo di promuovere la salute mentale, interventi volti a migliorare la resilienza, come affrontare lo stress, cercare sostegno sociale, imparare tecniche di problem-solving, aumentare l’autostima e sviluppare competenze sociali, tra gli altri.

La Strategia di Promozione della Salute e Prevenzione nel SSN, nel quadro dell’approccio alla cronicità nel SSN, sviluppata dalla Sottodirezione di Promozione della Salute ed Epidemiologia del MSSSI, propone una serie di interventi per agire sui principali determinanti e fattori di rischio delle malattie croniche, come il fumo e il consumo di alcol, il tipo di alimentazione e l’attività fisica. Come elemento chiave e nuovo, viene introdotto il benessere emotivo.

Per tutte queste ragioni, e come parte degli interventi derivati dalla suddetta Strategia, viene presentato questo sito web sul Benessere Emotivo, rivolto a tutta la popolazione. Il suo scopo è quello di fornire informazioni e risposte specifiche, su misura per le esigenze dei cittadini, in termini di benessere emotivo. Le informazioni fornite hanno lo scopo di guidare la popolazione sulle competenze per migliorare il proprio stile di vita e imparare a gestire le emozioni e lo stress secondo le proprie esigenze.

Il contenuto di questo sito web si basa sul lavoro svolto dal dottor Antonio Cano Vindel. In alcune sezioni ha collaborato nella paternità la Dott.ssa Esperanza Dongil Collado.

Riconoscimenti.

La supervisione, la revisione e l’adattamento finale sono stati coordinati dal Ministero della Salute, Servizi Sociali e Uguaglianza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *