Questa è la tragedia che nasconde lo stadio di apertura della Coppa del Mondo

Lo stadio Luzhniki, sede della partita di apertura della Coppa del Mondo in Russia, ha una storia di 61 anni segnata dall’essere il sito di una valanga umana che ha lasciato almeno 66 morti durante una partita di Coppa UEFA nel 1982.

La tragedia è avvenuta mercoledì 20 ottobre 1982 in una partita di Coppa UEFA tra lo Spartak Mosca e l’HFC Haarlem dei Paesi Bassi.

In quel freddo mercoledì autunnale, con una temperatura insolitamente bassa di -10 gradi Celsius, lo Spartak ha segnato il primo gol al 16° minuto e ha mantenuto il vantaggio fino quasi alla fine della partita.

Alcuni tifosi che volevano tornare a casa a causa delle dure condizioni climatiche hanno cercato l’uscita poco prima che il tempo di gioco fosse completato e poi l’attaccante Sergei Shvetsov ha segnato il secondo gol per la squadra di casa.

Il gol di Shvetsov ha causato un ingorgo in una delle uscite dello stadio tra chi cercava di lasciare lo stadio e chi voleva tornare per unirsi ai festeggiamenti.

La mischia ha causato una valanga umana che ha preso la vita di almeno 66 persone, secondo un’indagine del quotidiano The Guardian nel 25° anniversario della tragedia.

“Sarebbe stato meglio se non avessi segnato”, ha detto Shvetsov dopo la tragedia, secondo il sito di giornalismo sportivo russo Futbolgrad.

Viktor Kokryshev, l’allora direttore dell’Arena Sportiva dello Stadio Centrale Lenin, come era conosciuto il Luzhniki negli anni sovietici, ha detto a Futbolgrad che al di là del gol, la vera ragione della tragedia è stata che la polizia ha chiuso leggermente i cancelli dello stadio per schermare e fermare i tifosi che lanciavano bottiglie vuote contro di loro durante la partita.

Il serraggio dei cancelli sarebbe stato decisivo nella tragedia in cui i tifosi che scendevano dalle gradinate superiori facevano pressione su quelli che cercavano disperatamente l’uscita.”

“La gente scendeva a migliaia nel passaggio inferiore, una situazione che in qualsiasi momento rischiava di diventare critica”, ha dettagliato Kokryshev.

Leggi anche: QUESTA E’ L’APERTURA DELLA COPPA DEL MONDO DI RUSSIA 2018 SARA’ COME

Una tragedia insabbiata

Per i media russi, il disastro del Luzhniki fu insabbiato dal governo sovietico e solo dopo il 1989 si conobbero le dimensioni di una tragedia in cui, secondo cifre ufficiose, morirono centinaia di persone.

Yuri Panchikhin, direttore dello stadio, è stato l’unico incaricato della tragedia con una condanna a un anno e mezzo, per errori nella logistica del gioco, ma è stato messo a tacere le presunte azioni della polizia e di chiunque altro sia coinvolto nelle morti.

“Probabilmente non sapremo mai chi è stato il responsabile della tragedia”, ha assicurato Futbolgrad, per il quale l’unica verità “è che almeno 66 persone, molte delle quali adolescenti, sono andate a vedere una partita di calcio e non sono più tornate”

La portata della tragedia a Mosca in quella triste vittoria dello Spartak è stata definita dal giornalista sportivo David Goldblatt come “la Chernobyl del calcio”.

Il ricercatore ha considerato nella sua pubblicazione “La palla è rotonda” che più di 300 persone sono morte nello stadio, che ospiterà giovedì prossimo la prima partita della prima Coppa del Mondo organizzata dalla Russia nella sua storia.

Ora, uno dei migliori stadi del mondo

Il Luzhniki, dopo gli anni dell’Unione Sovietica e con la sua macchia indelebile nella storia, riceve la Coppa del Mondo, trasformato nel miglior stadio del pianeta secondo il portale specializzato Stadium Data Base.

Lo stadio russo è stato scelto come stadio dell’anno 2017 per avere le valutazioni più alte in termini di valore architettonico, funzionalità e innovazione. Ha battuto la U Arena di Parigi e il Mercedes-Benz Stadium di Atlanta negli Stati Uniti nella classifica finale.

Il Luzhniki, dalla tragedia, ha avuto due ristrutturazioni. L’ultimo di essi ha richiesto quattro anni, dal 2013 al 2017, al fine di lasciare lo stadio pronto per la Coppa del Mondo.

FIFA ha dettagliato che le tribune sono state avvicinate al campo, la sua capacità è stata aumentata da 78.000 a 81.000 posti e uno schermo gigante è stato adattato sul tetto.

La FIFA ha anche notato che lo stadio principale della Coppa del Mondo ha ospitato le Olimpiadi estive del 1980 e la finale della UEFA Champions League del 2008, quando il Manchester United ha vinto il titolo ai rigori contro il Chelsea.

“360 milioni di persone hanno assistito agli eventi organizzati in questo stadio nei suoi 61 anni di storia”, ha detto la FIFA in un rapporto sugli stadi della Coppa del Mondo.

Lo stadio ospiterà sette partite della Coppa del Mondo. Ospiterà, oltre al duello di apertura tra Russia e Arabia Saudita e la finale, una semifinale, una partita degli ottavi di finale e le partite del primo turno Germania-Messico, Portogallo-Spagna e Danimarca-Francia.

Il Luzhniki, trasformato nel miglior stadio, è pronto per il più grande evento del calcio.

In collaborazione con Anadolu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *