Se ottengo la lotteria, quanto ottiene l’Hacienda?

Il 22 dicembre si celebra tradizionalmente il sorteggio della lotteria di Natale, e bisogna sapere che i premi pagano le tasse.

Quindi se sei fortunato e ottieni il premio, dovrai regolare i conti con l’ufficio delle imposte al Tesoro.

Fino ad ora, i primi 2.500 euro sono esenti e per il resto è stato tassato al 20%.

Dal 2018 e con la nuova legge 6/2018 dei bilanci generali, si stabilisce un’esenzione dei primi 40.000 euro, ma progressivamente.

2018 Esenti i primi 10.000

2019 Esenti i primi 20.000

2020 Esenti i primi 40.000

Se otteniamo nel 2019 il ‘Gordo’ di Natale, di 400.000 euro, il 20% sarà applicato su 380.000 euro, una volta scontati i 20.000 euro che sono esenti da imposte. Così, l’importo di 76.000 euro sarebbe stato pagato all’Agenzia delle Entrate. E per noi sarebbe esente da tasse 324.000 euro.

L’amministrazione della lotteria o l’istituto finanziario tratterrà direttamente al momento della raccolta l’importo che corrisponde al decimo vincente, quindi i vincitori raccoglieranno già il premio in denaro con uno sconto del 20% e non dovrebbero presentare alcuna dichiarazione aggiuntiva all’Agenzia delle Entrate.

Che cosa succede se ho una partecipazione?

Si noti che ai fini fiscali le partecipazioni alla lotteria non esistono e ciò che viene tassato è la decima. Pertanto, se avete una partecipazione di un decimo e quel numero viene assegnato con più di 2.500 la ritenuta sarà applicata al depositario del decimo e riceverete ciò che corrisponde proporzionalmente dopo aver dedotto le tasse.

È importante identificare i partecipanti per evitare che la distribuzione sia considerata come una donazione. L’amministrazione fiscale può chiedere al depositario della decima di dimostrare che il premio è stato distribuito ai possessori di azioni in modo che quando il premio viene diviso non sia considerato come una donazione e tassato con la Inheritance and Gift Tax, quindi consideriamo una buona idea distribuire il premio attraverso trasferimenti bancari per lasciare una traccia.

Anche se lo Stato non sta raccogliendo quanto previsto dal calo delle vendite, Lotterie e Scommesse dello Stato rimane l’azienda statale più sana e la lotteria è un buon affare per le casse pubbliche.

Da Afiris vi auguriamo buone feste, e che la fortuna vi sorrida in tutti gli aspetti della vostra vita.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *