The Deer Hunter | Trama, cast, premi e fatti

The Deer Hunter , film drammatico americano, uscito nel 1978, che si concentra sugli effetti devastanti della guerra del Vietnam sui giovani americani inviati a combattere in essa. Il film emotivamente devastante, co-scritto e diretto da Michael Cimino, ha vinto cinque premi Oscar, tra cui miglior film e miglior montaggio.

scena di The Deer Hunter
scena di The Deer Hunter

(Da sinistra a destra) John Cazale, Chuck Aspegren, Robert De Niro, John Savage e Christopher Walken in The Deer Hunter (1978).

© 1978 Universal Pictures Company, Inc .fotografia da una collezione privata

The Jazz Singer (1927) L'attore Al Jolson nel ruolo di Jakie Rabinowitz con Eugenie Besserer, che interpreta sua madre Sara Rabinowitz in una scena del film musicale diretto da Alan Crosland. Primo film con dialogo sincronizzato
Britannica quiz
Amante del cinema
Quale film ha vinto il primo premio come miglior film agli Academy Awards, nel 1929? Metti alla prova la tua conoscenza in questo quiz e scopri quanto sei cinefilo.

Il film inizia alla fine di un turno in un’acciaieria a Clairton, Pennsylvania. Un gruppo di lavoratori, Michael (Robert De Niro), Nick (Christopher Walken) e Steven (John Savage), si uniscono ai loro amici Stan (John Cazale) e Axel (Chuck Aspegren) e si dirigono al bar di proprietà di John (George Dzundza). Steven sta per sposare la sua ragazza incinta, Angela (Rutanya Alda), e Michael, Nick e Steven stanno per partire per il Vietnam. La ragazza di Nick, Linda (Meryl Streep), una delle damigelle, porta la colazione al padre ubriaco prima di partire per il matrimonio, e lui la picchia. Più tardi, ottiene il permesso di stare nella casa che Michael e Nick condividono durante il loro schieramento. Il matrimonio si svolge in una chiesa russo-ortodossa e il ricevimento si tiene in una sala dell’American Legion. Linda prende il bouquet da sposa e Nick le chiede di sposarlo, ma sembra sorpreso quando lei accetta la proposta. La mattina dopo, tutti gli uomini, tranne Steven, partono per una battuta di caccia al cervo organizzata da Michael e Nick. Michael, che segue il suo rigido codice d’onore riguardo alla caccia, uccide un cervo con un solo colpo e gli uomini tornano al bar di John con il loro trofeo.

L’atto successivo del film inizia nel mezzo di una brutale battaglia in una piccola città del Vietnam. Michael è tra il piccolo gruppo di americani che difende il villaggio dagli attaccanti nord vietnamiti. Gli elicotteri americani arrivano con i rinforzi, tra cui Nick e Steven. Tuttavia, gli americani sono in minoranza e tutti e tre vengono fatti prigionieri. I prigionieri di guerra sono tenuti in gabbie di bambù parzialmente sommerse in acque infestate dai ratti, e i loro rapitori li sollevano per costringerli a giocare alla roulette russa. Quando Steven è costretto a giocare, cambia nervosamente l’angolo della pistola mentre preme il grilletto, e il proiettile che viene sparato gli sfiora solo il cuoio capelluto. L’hanno messo in una gabbia. Michael, che ha pensato a un modo per fuggire, insiste che lui e Nick giochino l’uno contro l’altro, ma con tre proiettili invece di uno solo nella camera standard. Dopo che Michael e Nick sopravvivono a tre round, Michael tira la pistola al capobanda del gioco, e lui e Nick prendono le pistole dei loro altri rapitori e li uccidono. Michael e Nick liberano Steven dalla gabbia e scappano verso il fiume, aggrappandosi a un tronco galleggiante. Un elicottero americano tenta di salvarli, ma solo Nick riesce a salire a bordo dell’elicottero. Steven cade di nuovo nel fiume e Michael risale per salvarlo. Le gambe di Steven si rompono nella caduta e Michael lo porta in spalla. Qualche tempo dopo, Nick, psicologicamente danneggiato, viene rilasciato da un ospedale militare aggrappato a un tronco galleggiante. Un elicottero americano tenta di salvarli, ma solo Nick riesce a salire sull’elicottero. Steven cade di nuovo nel fiume e Michael risale per salvarlo. Le gambe di Steven si rompono nella caduta e Michael lo porta in spalla. Qualche tempo dopo, Nick, psicologicamente danneggiato, viene rilasciato da un ospedale militare aggrappato a un tronco galleggiante. Un elicottero americano tenta di salvarli, ma solo Nick riesce a salire sull’elicottero. Steven cade di nuovo nel fiume e Michael risale per salvarlo. Le gambe di Steven si rompono nella caduta e Michael lo porta in spalla. Qualche tempo dopo, Nick, psicologicamente danneggiato, viene rilasciato da un ospedale militare a Saigon e cammina per la città, cercando Michael. Fuori da una bisca, Nick incontra Julien Grinda (Pierre Segui), un francese che insiste affinché Nick entri nell’edificio, dove giovani vietnamiti giocano alla roulette russa per soldi. Michael è tra la folla, anche se Nick non lo nota. Nick prende una pistola da uno dei concorrenti e la mette contro la propria testa, estraendo una camera vuota. Se ne va con Grinda, e Michael non riesce a raggiungerlo.

Michael torna a Clairton ma evita il benvenuto da eroe che la città ha preparato per lui e invece si registra in un motel. Più tardi torna a casa, dove ora vive Linda, e trovano conforto l’uno nella compagnia dell’altro. Angela viene a sapere che Steven è in un ospedale locale per veterani. A Steven sono state amputate entrambe le gambe e il braccio sinistro. Dice a Michael che ogni mese riceve mazzette di denaro da una fonte sconosciuta a Saigon, e Michael suppone che Nick sia il benefattore. Michael convince Steven a lasciare l’ospedale e lo porta a casa con Angela. Michael torna poi a Saigon alla ricerca di Nick. Trova Grinda, che lo porta in un locale dove Nick sta giocando alla roulette russa. Nick non riconosce Michael. Michael paga per entrare nel gioco e continua a parlare con Nick, cercando di rinfrescargli la memoria. Nick sembra finalmente ricordare, ma quando spara il prossimo colpo nel gioco, il proiettile è nella camera e si uccide. La scena finale del film è una colazione al bar di John dopo il funerale di Nick. Le persone in lutto, tra cui Steven, Angela e Linda, cantano “God Bless America”

Il cacciatore di cervi
Il cacciatore di cervi

Robert De Niro (a sinistra) e John Savage in Il cacciatore di cervi (1978).

Universal Pictures Company, Inc.

Accedi in esclusiva ai contenuti del nostro primo numero 1768 con il tuo abbonamento. Iscriviti oggi

Anche se molti critici hanno elogiato The Deer Hunter come un capolavoro, altri hanno protestato che la rappresentazione del film dei personaggi vietnamiti era crudele e sadica e hanno dichiarato che la metafora centrale del film della roulette russa è particolarmente disonesta, in quanto non c’erano casi di roulette russa come mezzo di tortura in nessuno dei documenti di guerra. Cimino ha scritto la storia con Deric Washburn, estrapolando una precedente storia di Louis Garfinkle e Quinn Redeker sui giocatori d’azzardo che vanno a Las Vegas per giocare alla roulette russa. Il film fu l’ultima apparizione cinematografica di Cazale, che morì di cancro poco dopo la fine delle riprese. The Deer Hunter è stato inserito nel 1996 nel National Film Registry.

Il film è uscito nel 1996.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *