Tumori mesenchimali-sarcomi: un nuovo gruppo di lavoro dell’Associazione Spagnola di Chirurgia

I tumori mesenchimali o sarcomi sono tumori rari; rappresentano il 22% di tutte le diagnosi di cancro e il loro tasso di sopravvivenza è peggiore di quello dei tumori più comuni1. Nell’ultimo decennio, diverse organizzazioni, come Rare Cancers Europe, hanno evidenziato la necessità di attivare politiche sanitarie volte a migliorare l’accesso dei pazienti a informazioni adeguate, a trattamenti efficaci e precoci e a cure sia cliniche che di ricerca per i sarcomi2. In Europa, più di 27.000 nuovi casi di sarcomi dei tessuti molli vengono diagnosticati ogni anno, con un’incidenza in Spagna di 3,1 casi per 100.000 abitanti (2015)3. La recente azione europea congiunta contro i tumori rari deve essere considerata un’azione positiva, in quanto mira a integrare meglio i tumori rari nel quadro dei piani nazionali contro il cancro4.

I sarcomi dei tessuti molli sono un tipo di cancro complesso e raro, che comprende un gruppo di più di 70 diversi sottotipi tumorali5. La loro complessità, eterogeneità, rarità e ubiquità rendono necessario avere informazioni chiare sulle diverse strategie diagnostiche e terapeutiche a seconda di ciascuno dei sottotipi istologici. C’è ora una chiara evidenza di una relazione diretta tra la qualità e l’accuratezza della diagnosi e del trattamento chirurgico e i risultati ottenuti, sia in termini di sopravvivenza libera da malattia che di sopravvivenza globale, il che rende la procedura chirurgica di vitale importanza per questi pazienti6.

Le resezioni “in blocco”, soprattutto in aree anatomiche non compartimentali come il retroperitoneo, comportano nuove strategie basate su trattamenti neoadiuvanti pre-chirurgici, interventi chirurgici altamente aggressivi e un rigoroso follow-up di fronte alle frequenti recidive7-10.

Similmente, nei tumori mesenchimali/sarcomi, è essenziale la partecipazione a un team oncologico multidisciplinare (MDST) composto da radiologi, patologi, biologi, chirurghi, oncadioterapisti, oncologi pediatrici, oncologi medici, ecc.11 .Oggi, questi EMDS sono assolutamente essenziali per lo sviluppo di strategie appropriate e individualizzate specifiche per il paziente. Il paradigma di questa situazione sono i sarcomi dei tessuti molli10 , i sarcomi stromali gastrointestinali12 e i cosiddetti sarcomi “rari “13.

I centri di riferimento nazionali per i sarcomi, creati dagli organi direttivi dei piani nazionali del cancro, sono orientati in questa direzione. Tuttavia, la mancanza di finanziamenti chiari è una preoccupazione permanente, in quanto ciò ostacola lo sviluppo di team multidisciplinari e di servizi permanenti in questi centri14.

Parallelamente a questo, nella pianificazione chirurgica di questi pazienti, l’esistenza di un’importante trasversalità chirurgica tra i diversi chirurghi specialisti (oncologo, ortopedico, vascolare, plastica, pediatrico, ecc. A loro volta, tutti devono far parte dell’EMDS. Solo in questo modo si può capire come questo raro processo patologico oncologico abbia bisogno di un’attenzione e di un interesse speciali da parte dei chirurghi appositamente dedicati ad esso.

Su richiesta dell’attuale consiglio dell’Associazione spagnola dei chirurghi (AEC), siamo stati incaricati di lanciare un gruppo di lavoro che abbiamo chiamato “tumori mesenchimali-sarcomi”, al fine di riunire sotto questo nome tutte le preoccupazioni dei chirurghi dell’AEC interessati a questa rara e complessa malattia oncologica.

All’ultimo incontro nazionale di chirurgia a Malaga abbiamo avuto l’opportunità di incontrare un gruppo di chirurghi particolarmente interessati all’argomento, e costituire un gruppo di lavoro attivo dell’ACS. Tutti i partecipanti hanno concordato di formare un gruppo di interesse speciale per questa malattia all’interno dell’ACS. Il suo obiettivo sarà quello di far conoscere a tutti i chirurghi dell’ACS gli aspetti fondamentali e più rilevanti dell’attualità sulla diagnosi e il trattamento dei sarcomi.

Supportato dalla necessità di trattare questi pazienti in modo multidisciplinare, e con una speciale trasversalità chirurgica, in centri con esperienza e che hanno un EMDS, sarà possibile creare obiettivi di miglioramento ed eccellenza in relazione ai risultati ottenuti, soprattutto quelli relativi alla sopravvivenza di questi pazienti.

La creazione di linee guida diagnostico-terapeutiche, registri multicentrici e collaborazioni nazionali e internazionali sono, dal nostro punto di vista, fondamentali per il buon sviluppo di questo gruppo di lavoro. Ecco perché uno dei principali obiettivi futuri del gruppo sarà quello di prendere contatto e collaborare con altri gruppi associativi di sarcoma con interessi e sinergie comuni. Ne è un esempio il gruppo di ricerca spagnolo sul sarcoma a livello nazionale, con più di 10 anni di esistenza (http://www.grupogeis.org). A livello internazionale, si distinguono la Società Europea di Oncologia Chirurgica e la sua Scuola Europea di Chirurgia del Sarcoma dei Tessuti Sotf (https://www.essoweb.org/european-school-of-sts/) e Connecting Tissue Oncologyc Society a livello internazionale con 20 anni di esperienza (https://www.ctos.org/).

Prendiamo come personale l’offerta fatta dal consiglio dell’ACS riguardo allo sviluppo di monografie che possano guidare il chirurgo sull’attuale strategia diagnostico-terapeutica nei diversi gruppi di sarcomi. Allo stesso modo, notiamo la possibilità di includere nelle prossime riunioni ACS sessioni/tabelle di comunicazioni orali/video e una tavola rotonda/simposio su “Controversie nei sarcomi”.

Per tutto questo, è stato formato un gruppo di lavoro, con l’intenzione di accogliere le diverse equipe chirurgiche e cercare di ottenere una corretta rappresentazione delle diverse comunità autonome, e di conseguenza un miglioramento in questo specifico campo della chirurgia come i tumori mesenchimali/sarcomi. Per raggiungere questo obiettivo, invitiamo tutti i chirurghi spagnoli interessati all’area oncologica dei sarcomi a partecipare attivamente a questo nuovo gruppo di lavoro, soprattutto nelle nostre riunioni e incontri periodici, nella pubblicazione di monografie e registri nazionali. La tua iscrizione al gruppo può essere fatta attraverso il web del gruppo ACS/Section-T. Mesenchymal-Sarcomas. Grazie alla vostra partecipazione e collaborazione possiamo raggiungere gli obiettivi che la società in generale e l’attuale ACS richiede.

Infine, ringraziare l’ACS e il suo attuale consiglio di amministrazione per l’accettazione della realizzazione di questo gruppo di lavoro di tumori mesenchimali-sarcomi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *