Un materasso per dormire in coppia

Per ora, siamo di fronte a un progetto puramente sperimentale, tuttavia, c’è chi ha già trovato i suoi pro e contro. A favore, il comfort apparente che offre. Contro, diverse incognite come il tipo di materiale necessario per ottenere un buon riposo con questo design o se il braccio che viene inserito nelle aperture deve poggiare direttamente sulla base del letto. Sia come sia, ciò che è chiaro è che se questo materasso viene finalmente prodotto, deve essere accompagnato da coperture e lenzuola divise anch’esse in tre parti, al fine di mantenere l’igiene necessaria in tutte le attrezzature di riposo.

A La Tienda Home, vi offriamo alcune opzioni più tradizionali e collaudate; una selezione di materassi perfetti per dormire in coppia. La sua efficacia è stata testata e il suo design è stato eseguito per favorire il riposo dei due membri, soprattutto, se si muovono molto e causano il disagio dell’altro. In questi casi, l’opzione migliore è scegliere un materasso con un nucleo di molle insacchettate con materiale viscoelastico o lattice. Questi materiali permettono a entrambi i partner di dormire senza notare i movimenti dell’altro. Il peso del corpo viene trasmesso in modo indipendente ad ogni punto del materasso, fornendo così un’adattabilità personalizzata ad ogni zona del corpo, che garantisce un riposo ottimale. La scelta di un modello o di un altro dipenderà da diversi fattori come il gusto personale, il peso o le necessità di ogni dormiente. Le molle insacchettate, da cui il nome, isolano molto di più il movimento e favoriscono il resto della coppia.

Alcuni esempi sono lo SpringTech Top, lo SpringTech Graphene o lo SpringTech S-300. Questi tre modelli di molle insacchettate forniscono un’alta adattabilità, un’adeguata fermezza e qualcosa di molto importante quando si dorme in coppia, alta traspirabilità e regolazione della temperatura. Quando dormiamo insieme, abbiamo bisogno non solo di un materasso che si adatti al nostro modo di dormire, ma anche di uno che mantenga una temperatura ottimale, il che evita che chi dorme si svegli caldo e sudato. In questi materassi vengono utilizzati anche materiali che, oltre ad agire come termoregolatori, aiutano il materasso a respirare e a prevenire l’umidità, così come la formazione di acari e batteri. In questo caso, si usano nanofibre di grafene o schiuma Aircell Contact.

D’altra parte, se preferite un materasso silenzioso che vi coccola e vi abbraccia, vi consigliamo un materasso viscoelastico o in lattice. In essi, la tua schiena riposerà dolcemente, offrendoti la massima adattabilità e senza mettere pressione sul tuo corpo. Inoltre, questo materiale, di per sé, garantisce una corretta o elevata indipendenza dei letti, grazie alla neutralizzazione dei movimenti durante il riposo che caratterizza il materiale viscoelastico ad alta densità e Bultex® (presente in molti dei nostri materassi). Come nel caso precedente, vi offriamo tre modelli che soddisfano queste caratteristiche: il Memory Supreme HD 50, il Quasar e l’Andromeda. Tre materassi che sono anche trattati igienicamente per garantire la traspirazione del materasso, evitare l’umidità e la comparsa di acari.

Per quelli di voi che preferiscono un riposo in zone separate, senza dover dormire su due materassi diversi, potete scegliere un materasso matrimoniale con indipendenza dal letto. Per poterlo fare, si consiglia di scegliere materassi gemelli; due blocchi diversi che si uniscono nel mezzo, con velcro o cerniere, che si nascondono sotto l’imbottitura del materasso e formano un unico pezzo, che garantisce zone di sonno individuali.

Una volta che abbiamo parlato di materassi e delle caratteristiche aggiunte per promuovere il riposo dei membri della coppia, parleremo delle migliori posizioni per dormire con la giusta postura e alzarsi come nuovi. Come abbiamo accennato all’inizio di questo articolo, il ‘Cuddle Mattress’ è progettato per dormire abbracciando il vostro partner senza soffrire disagio e intorpidimento nel braccio, collo o colonna vertebrale. Ma forse è tutto più semplice. Se è vero che dormire con il proprio partner rafforza il vostro rapporto, dormire in posizioni strane può essere dannoso per la vostra salute.

Quindi, vi suggeriamo alcune delle posizioni più sane per dormire in coppia:

– Dormire abbracciati: in questa posizione ognuno troverà la sua posizione migliore. Normalmente, uno dei due dormirà a faccia in su e l’altro, con la testa appoggiata sul petto/spalla dell’altro, abbracciandolo. Entrambi hanno il corpo ben sostenuto.
– Dormire su un cucchiaio: uno abbraccia l’altro da dietro, proteggendolo. Questa posizione è comoda e piacevole, ma di solito, con l’avanzare della notte, porta a posizioni più indipendenti.
– Dormire ognuno nel proprio spazio e toccare l’altro: questa è un’evoluzione del ‘cucchiaio’, perché in essa, entrambi i membri dormono sui loro lati, di fronte allo stesso punto. Sono insieme, ma non abbracciati.
– Dormire sulla schiena, ma tenendosi per mano: questa posizione garantisce l’indipendenza durante il riposo e il totale riposo del collo, della testa, della schiena e degli arti sul materasso.
– Dormire uno di fronte all’altro, ma senza toccarsi: in questa posizione entrambi sono sul fianco, con il corpo ben sostenuto e la spina dorsale dritta. Dormono uno di fronte all’altro, ma senza toccarsi, rispettando la loro indipendenza e il loro riposo individuale.
– Dormire sulla schiena, ma senza toccarsi: questa è una variazione della precedente. Dormono sul fianco, ma sulla schiena.
– Dormire sulla schiena, ma toccandosi: questa posizione è molto simile alla precedente, ma in questo caso, le schiene si toccano. C’è bisogno di contatto tra gli arti.

E tu, in che posizione dormi? Quale trovi più comoda?

Quale trovi più comoda?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *