Una finale movimentata di CS:GO nel MGE

In questi giorni abbiamo vissuto un grande fine settimana con il suo ponte incluso, dove gli eSports sono stati i grandi protagonisti grazie alla Madrid Game Experience, un evento tenutosi presso l’Ifema e che è venuto dalla mano di grandi sponsor come Game eSports, la divisione eSports del popolare negozio di videogiochi che vuole ottenere la loro fetta della torta di questo grande business.

La finale ha affrontato K1ck G2A, una squadra che arriva molto potente dopo essere stata finalista al Barcelona Games Word e il classico X6TENCE, che nonostante non sia al suo meglio, parte sempre come favorito.

La finale è stata giocata al meglio delle tre mappe (Bo3). Il primo set si è concluso con un vantaggio di 1-0 per K1ck G2A.

La seconda partita non avrebbe potuto essere più eccitante, estremamente equilibrata, estendendosi ai tempi supplementari. In quel momento le voci presero il sopravvento su Ifema e l’organizzazione cominciò a dire che la finale era stata ritardata troppo e che dovevano finire lì. Data questa incertezza è riuscito a giocare ai supplementari per finire il secondo set con la vittoria di X6TENCE, che ha legato la finale 1-1 e una grande rabbia di fan, giocatori e media che erano lì.

La terza e ultima mappa è stata giocata il giorno dopo alle 11 del mattino, con meno pubblico e meno impatto sui social network a causa del tempo insolito. Le squadre si stavano giocando tutto, ma erano anche fredde dalla pausa della notte precedente e la concentrazione era più importante che mai. I K1ck G2A sembravano aver fatto meglio i loro compiti e anche se gli X6TENCE hanno combattuto fino alla fine e hanno quasi riportato la mappa ai tempi supplementari, tutto si è concluso con un 16-14 per i K1ck G2A che sono stati proclamati campioni.

Tutto sommato, un sapore agrodolce in bocca. Da un lato abbiamo un grande fine settimana incentrato sugli eSports, ma d’altra parte abbiamo di nuovo un disastro di organizzazione, ritardi accumulati, e la mancanza di rispetto per ciò che è veramente fatto, che sta cercando di crescere eSports. si può immaginare che una partita di campionato di calcio è fermato nel mezzo perché è stato in ritardo? non essere così esigente, si può immaginare che in una partita di pallamano accade che? vi darò un suggerimento, queste cose non accadono. Se vogliamo che gli eSports continuino a crescere dobbiamo professionalizzarli, e non sto parlando solo dei giocatori e delle squadre, ma di tutto ciò che li circonda, compresi gli organizzatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *